Maran non si accontenta: "Vogliamo continuare a stupire. Dispiace per Dainelli"

Rolando Maran vuole confermare a tutti che il suo Chievo è la sorpresa di questa stagione in Serie A.

Maran non si accontenta: "Vogliamo continuare a stupire. Dispiace per Dainelli"
Rolando Maran, retepalermo.it

Non è difficile affermare che il Chievo di questa stagione, sotto la guida di Rolando Maran, sia stata la sorpresa più bella del campionato. Salvezza conquistata con largo anticipo, come da richiesta della società, con la possibilità ora di giocare più liberi di testa.

Senza mollare nulla però. Questa la richiesta di Maran alla vigilia della sfida contro il Palermo: "Sappiamo che, con una vittoria, chiuderemmo il discorso salvezza definitivamente e che siamo arrivati vicini all'obiettivo grazie alle prestazioni. Abbiamo una gran voglia di raggiungere il nostro traguardo. Il Palermo avrà grandi motvazioni cosi' come tutte le squadre che incontreremo da qui alla fine. Anche noi però abbiamo le nostre motivazioni: trovarsi più in alto in classifica rispetto agli avversari non vuol dire per forza essere meno motivati. Obiettivo ottavo posto? Noi vogliamo dimostrare sul campo di voler ancora corerre molto e la classifica sarà una conseguenza delle nostre prestazioni." 

Servirà lo spirito già visto in altre occasioni: "Sarà lo stesso con cui abbiamo affrontato l'ultima partita e cioè con la voglia di far bene e di stupire. Abbiamo lavorato durante la sosta proprio per ripartire nel modo migliore, non abbiamo abbassato la tensione e i ragazzi stanno rispondendo bene. Ci sono tutti i presupposti dunque per continuare a stupire e mantenere una classifica inimmaginabile ad inizio stagione."

Unica nota stonata l'infortunio a Dainelli in amichevole che ha chiuso in anticipo la stagione del difensore gialloblu: "E' stato un brutto colpo per tutto l'ambiente. Dispiace che sia capitato in uno scontro di gioco di un'amichevole e soprattuto dispiace per lui, che ci teneva ad essere protagonista fino alla fine della stagione. Ora si opererà e poi tornerà alla grande, gli siamo tutti vicini. purtroppo sono inconvenienti che possono capitare nel calcio. Quest'anno le amcihevoli non sono nate sotto una buona stella, dato che ine state abbiamo perso per un grave infortunio anche Izco." Con una vittoria in trasferta, il Chievo farebbe registrare il proprio record in Serie A in questa statistica: "Sarebbe motivo di grande soddisfazione a anche di riflessione. Questa squadra è cresciuta sul piano della mentalità e si va a giocare le partite in casa e fuori allo stesso modo cercando sempre il massimo risultato."