Il Chievo vince al 90esimo contro la Lazio: le parole dei due allenatori

Maran si gode la vittoria: "Abbiamo sofferto, ma nel modo giusto. Grande spirito dei miei, oggi contava troppo fare il risultato". Amareggiato Inzaghi: "Peccato, il calcio a volte è spietato".

Il Chievo vince al 90esimo contro la Lazio: le parole dei due allenatori
fonte foto: L'Arena.it

Nel primo anticipo della 22/a giornata di Serie A, il Chievo Verona beffa all'ultimo minuto la Lazio con un bel gol di Inglese. Biancocelesti che sprecano l'occasione per avvicinare il terzo posto.  Dopo quattro sconfitte di fila, la squadra di Maran torna al successo. 

Maran: 'Vittoria incredibile che ci rasserena'"

"È stato incredibile. Abbiamo sofferto, con la Lazio che ci ha messo in difficoltà. Ne è venuta fuori una gara di sacrificio e non propositiva. Nel finale eravamo già cresciuti, anche se è vero che stavano facendo meglio loro. La vittoria rasserena questo momento. Certe volte si vince anche così. Davanti siamo pochi, e vediamo se riusciremo a rinfoltire il reparto. Ma oggi pensiamo alla vittoria, a queste cose ci pensa la società. Quando ci siamo aperti abbiamo sofferto meno. Nel finale siamo stati più alti, lavorando bene con le coppie di esterni. Nella prima parte soffrivamo in ampiezza".

Inzaghi: "Peccato, il calcio a volte è spietato. Abbiamo fatto davvero una buona prova, ora andiamo oltre"

"Il calcio è spietato, abbiamo fatto 26 tiri senza riuscire a segnare. Il gol è arrivato al 90’ alla prima occasione per il Chievo. Se ero rammaricato a Torino, oggi sono dispiaciuto per i ragazzi perchè avremmo meritato di vincere avendo preparato bene la gara. Abbiamo messo in campo un buon calcio, ma saremmo dovuti essere più cattivi in zona gol. Dovremo lasciarci alle spalle questa sconfitta, essendo il responsabile di questo gruppo lo farò capire ai miei ragazzi.

Se avessimo pareggiato avremmo raccolto un punto, ma non sarebbe stato abbastanza. Ho inserito due attaccanti e ho spostato Lombardi e Lulic come terzini per aver maggior spinta; non mi sarei accontentato del pareggio. Non segnare in questa partita, evidentemente, era nel nostro destino. Lo scorso anno pensavo di aver già visto di tutto contro la Sampdoria, ma questa sconfitta è ancor più clamorosa". 

[Parole raccolte da tuttomercato.web e sslazio.it]