Chievo al lavoro, con l'Allianz Stadium all'orizzonte

Presentati Stepinski e Tomovic, nuovi acquisti dei clivensi.

Chievo al lavoro, con l'Allianz Stadium all'orizzonte
Chievo al lavoro, con l'Allianz Stadium all'orizzonte

Tre punti in due partite, la partenza in campionato può considerarsi positiva per la compagine clivense che come ogni anno parte con l'obiettivo di conquistare la salvezza, per poi alzare l'asticella a torneo in corso. Questa settimana condurrà il Chievo Verona all'impegno dell'Allianz Stadium, in casa dei campioni d'Italia della Juventus. Match probante, dall'alta difficoltà. Banco di prova ideale per Maran per testare la consistenza della sua squadra. Gara in programma sabato, alle ore 18:00.

Prosegue in silenzio la preparazione del Chievo, come sempre sotto l'occhio vigile dell'allenatore Rolando Maran. Ieri la squadra ha svolto una doppia seduta di allenamento: mattinata gialloblù trascorsa in palestra con lavori di stabilità seguiti da piani di lavoro individuali e lavori neuromuscolari dinamici. Nel pomeriggio la seduta è iniziata con l’attivazione tecnica in campo per proseguire poi con partite a tema ed esercitazioni sulla fase offensiva di squadra e a reparto. Questa mattina la squadra è ritornata sui campi di Veronello per sostenere una seduta d'allenamento mattutina, rigorosamente a porte chiuse.

Intanto, nella giornata di ieri sono stati presentati gli ultimi due acquisti: Mariusz Stepinski e Nenad Tomovic. L'attaccante classe '95 arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Nantes, ha sottolineato in conferenza stampa tutta la sua gioia per essere approdato in Serie A: "Sono venuto qua per dimostrare chi sono veramente. Lotto sempre, in ogni gara. Ho sempre segnato e voglio farlo anche qui. La Serie A è un palcoscenico molto importante. Ho sempre sognato di giocare qui e adesso, per fortuna, ne ho l’opportunità".

Il difensore ex viola, sulla stessa lunghezza d'onda delll'attaccante, ha espresso soddisfazione riguardoal suo passaggio al Chievo: “Questa per me rappresenta una grande opportunità per rimettermi in mostra e dimostrare il mio valore. Nell’ultimo periodo a Firenze ho avuto un po’ di difficoltà, perché la gente si aspettava tanto e l’ambiente non era molto sereno. C’era troppa aria negativa intorno a me e credo di aver fatto la scelta giusta. Come ho detto prima, l’opportunità del Chievo mi permette di rimettermi in gioco".