Chievo-Fiorentina, tra tabù, novità e conferme

Tanti cambiamenti per Maran nel suo undici, obiettivo il quarto risultato utile consecutivo. Pioli vuole cementare le sue nuove certezze. Da dodici partite il Chievo non batte la Fiorentina.

Chievo-Fiorentina, tra tabù, novità e conferme
Fonte immagine: Twitter @acffiorentina
Chievo
15 00
Fiorentina

Ormai una costante del nostro campionato, la sfida tra Chievo e Fiorentina, in programma alle 15 odierne, per la settima giornata di Serie A. Una costante, come i punti raccolti dai viola nelle ultime dieci sfide disputate contro i veronesi: tante sono le partite consecutive da cui i gialloblù non riescono a strappare un risultato pieno contro i toscani, dodici se aggiungiamo le due gare di Coppa Italia. Oggi, al Bentegodi, una gara sul filo dell'equilibrio, anche per questioni di classifica: otto punti per Maran e i suoi, solo uno di meno per la Fiorentina, la quale ha dovuto affrontare tutte le difficoltà di avere una squadra sostanzialmente nuova in toto. Tante aspettative, prima della pausa: i punti sono preziosi per entrambe, sia per il Chievo, che punta alla salvezza, che alla Fiorentina, la quale guarda sognante l'Europa, ma deve cominciare presto a correre per raggiungerla.

Qui Chievo

4-3-1-2 con diversi cambiamenti per Rolando Maran, soprattutto in avanti e a centrocampo. A fianco dell'insostituibile Roberto Inglese dovrebbe infatti affiancarsi Valter Birsa, il quale alzando il suo raggio d'azione lascia spazio sulla trequarti alle incursioni di Lucas Castro, con Bastien a prendere il suo posto a centrocampo insieme a Radovanovic ed Hetemaj. Ne fa le spese Pucciarelli, che scivola in panchina, dove non si accomoderanno Massimo Gobbi e Meggiorini, ancora indisponibili e unici assenti. In difesa da risolvere il ballottaggio tra il grande ex Gamberini e Cesar, con Tomovic - altro ex - sulla corsia di destra e Cacciatore dirottato a sinistra. In porta Sorrentino.

Chievo (4-3-1-2) - Sorrentino; Tomovic, Gamberini, Dainelli, Cacciatore; Bastien, Radovanovic, Hetemaj; Castro; Birsa, Inglese. All. Maran
Fonte immagine: Twitter @ACChievoVerona
Fonte immagine: Twitter @ACChievoVerona

Qui Fiorentina

Cinque i cambi possibili nell'undici titolare che dovrebbe schierare Stefano Pioli, tra rientri dagli infortuni, nuovi acchiacchi e turnover. Si parte dalle certezze, come Sportiello in porta e la coppia centrale composta da Pezzella ed Astori davanti a lui. A destra favorito Gaspar su Laurini, mentre sulla sinistra l'assenza di Biraghi - convocato, ma non al meglio - spiana la strada a Maxi Olivera. A centrocampo importante il rientro di Badelj a fianco di Veretout, mentre sulla trequarti, oltre al ritorno di Benassi al posto di Gil Dias, potrebbe anche trovare campo Eysseric al posto di Thereau: l'ex Nizza era già in ballottaggio per una maglia settimana scorsa e questa volta potrebbe essere la volta buona. Completa  il trio di rifinitori Chiesa, davanti a tutti Simeone.

Fiorentina (4-2-3-1) - Sportiello; Gaspar, Pezzella, Astori, Olivera; Badelj, Veretout; Benassi, Eysseric, Chiesa; Simeone. All. Pioli

Calcio d'inizio alle ore 15.00 allo stadio Bentegodi di Verona, arbitro della sfida Giacomelli.