Il Chievo può domare il Toro?

Dopo il buon pareggio con il Napoli prima della sosta, il Chievo vuole ritrovare anche la vittoria.

Il Chievo può domare il Toro?
Il Chievo è atteso all'esame Torino - Twitter

Dopo la sosta per le nazionali riprende il campionato anche per Chievo e Torino, entrambe prima della sosta hanno colto risultati positivi e vogliono continuare la serie. Il Chievo non vince da un mese ma gli ultimi risultati non cancellano un campionato comunque buono fino a questo momento.

I veneti contro Milan e Sampdoria hanno incassato otto gol, tuttavia nell'ultimo turno gli uomini di Maran sono stati in grado di fermare il lanciatissimo Napoli di Sarri sullo zero a zero. I granata dal canto loro hanno raccolto quattro punti nelle ultime due giornate, di particolare peso il punto strappato all'Inter di Spalletti prima della sosta.

I precedenti in casa granata sembrano sorridere alla squadra piemontese: quella odierna sarà la quindicesima sfida tra le due squadre a Torino e i granata hanno vinto nove volte e pareggiato due, i veronesi hanno quindi portato a casa il bottino pieno solo tre volte. L'ultima volta in cui il Chievo ha vinto a Torino il risultato è stato due a uno in virtù dell'autogol di Bruno Peres e del gol di Birsa.

I granata dovrebbero presentarsi a ranghi quasi completi alla sfida: a mancare dovrebbe essere Niang che, come si apprende dalle parole di Mihajlovic, ha rimediato una botta al ginocchio. I dubbi di formazione riguardano Lyanco che è recuperato ma è in ballottaggio con Burdisso e una delle maglie di centrocampo che è contesa tra Obi e Acquah. Considerando ciò la formazione dovrebbe essere un 4-3-3 con Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Lyanco/Burdisso, Ansaldi;  a centrocampo Obi, Rincon e Baselli; in avanti Iago Falque, Belotti e Ljajic.

Il Chievo si presenta senza particolari defezioni, i dubbi di formazione di Maran sono soprattutto legati alla difesa e all'attacco: Tomovic e Dainelli sembrano in vantaggio su Cesar e Gamberini ma il ballottaggio verrà sciolto all'ultimo; in attacco invece dovrebbe giocare Meggiorni in coppia con Inglese, Pucciarelli appare defilato. La formazione dovrebbe essere quindi un 4-3-1-2 con Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Tomovic e Gobbi dietro; centrocampo con Castro, Radovanovic e Gobbi a coprire le spalle a Birsa che agirà da trequartista dietro a Inglese e Meggiorini.