Chievo Verona: a Crotone si punta al successo, qualche dubbio per Rolando Maran

Il tecnico clivense prepara la sfida contro il Crotone, tenendo vivi alcuni ballottaggi. Certi del posto i big, Hetemaj potrebbe riposarsi e cedere il passo al giovane Depaoli.

Chievo Verona: a Crotone si punta al successo, qualche dubbio per Rolando Maran
Source photo: sito ufficiale Chievo Verona

In casa del Crotone per tornare al successo. E' questo l'obiettivo del Chievo Verona di Rolando Maran, deciso a raccogliere altri punti per conquistare la salvezza nel modo più veloce possibile. Nella giornata di oggi, allenamento mattutino per i clivensi, che dopo un'attivazione a secco hanno svolto torelli a gruppi separati. In seguito, esercizi sui calci piazzati, mentre nella parte finale è stata la volta di motivi tecnici individuali. Unico assente agli allenamenti, Lucas Castro, che continua con il suo programma di recupero.

Provando a delineare il possibile undici, 4-3-1-2 per i ragazzi di Maran, con l'ex tecnico del Catania pronto a lanciare dal primo minuto sia Inglese che Meggiorini. Davanti a Sorrentino, la difesa dovrebbe essere formata da Cacciatore, Gamberini, Tomovic e Gobbi, con quest'ultimo incalzato da Gobbi. A centrocampo non dovrebbero esserci problemi per Radovanovic, mentre Hetemaj potrebbe sedersi in panchina a favore di Depaoli. Bastien e Birsa, infine, gli altri centrocampisti scelti da Rolando Maran.

"A Crotone sarà una partita complicata, su un campo dove è difficile fare punti. Dobbiamo essere concentrati e cercare di ottenere il massimo. - ha detto Cacciatore durante la conferenza stampa di metà settimana - Il prossimo ciclo di partite? Presenta sicuramente tanti ostacoli, affronteremo squadre alla nostra portata e con i nostri stessi obiettivi. L'insidia principale siamo noi stessi. Se affronteremo ogni partita da Chievo ne usciremo bene".

Importante anche il passaggio sul suo attuale momento di forma: ""La mia esperienza con il Chievo è positiva, la più importante della mia carriera. Sono qui da tre anni e abbiamo ottenuto risultati fantastici, sono molto contento. Con il mister c'è un ottimo rapporto. Qui ho raggiunto la piena maturità: il primo anno mi sono dovuto guadagnare il posto, l'anno scorso l'ho mantenuto e sto continuando su questa strada".