Una Lazio cinica e spietata annichilisce l’Empoli

Pesante KO degli azzurri, mai in partita, che non riescono a limitare l’onda d’urto biancoceleste.

Una Lazio cinica e spietata annichilisce l’Empoli
Una Laziocinica e spietata annichilisce l’Empoli

L’aquila Olimpia continua a volare e anche l’Empoli deve arrendersi a questa straordinaria e sorprendente Lazio che batte gli azzurri 4-0 e ottiene il suo ottavo successo consecutivo.

Eppure l’Empoli sembra entrare in campo con il solito atteggiamento spregiudicato e offensivo e cerca di limitare fin da subito le fonti di gioco biancocelesti. Ma il gol di Mauri al 4’ minuto fa capire subito che per l’Empoli non è giornata vista l’orribile disposizione della retroguardia azzurra che si fa infilare dall’inserimento del capitano laziale. Ed anche il raddoppio di Klose sembra un’azione fotocopia del primo gol con il cross dalla destra e l’inserimento del centravanti tedesco che sorprende la disattenta difesa empolese. Poi il bolide dai 30 metri di Candreva al 44’ porta il risultato sul 3-0 e manda negli spogliatoi un Empoli frastornato dalla forza dell’avversario.

Nel secondo tempo al 53’ c’è gloria anche per il gioiello brasiliano Felipe Anderson che prima si fa parare il tiro da Sepe e sulla ribattuta la mette dentro. Al 58’ però la Lazio rimane in 10 per un’espulsione molto generosa e dubbia di Novaretti che subisce il secondo giallo. L’Empoli prova almeno a ridurre le distanze ma deve fare i conti anche contro un grande Berisha che sostituisce più che degnamente l’infortunato Marchetti. Per l’Empoli non è giornata e ci può stare dopo un campionato a dir poco meraviglioso che ha proclamato la squadra azzurra come una splendida sorpresa del nostro torneo. Anche il Presidente Corsi ai microfoni di “Tuttomercatoweb” ha espresso l’amarezza per la gara dell’Olimpico: “E’ stata una partita in cui la squadra ha dato il peggio di sé nei singoli e nell'espressione di gioco. La sconfitta contro la squadra più in forma del campionato può starci, ma abbiamo prestato il fianco con situazioni che non fanno parte del nostro modo di pensare". E aggiunge sulla prossima gara con il Parma: “E' una gara insidiosa, tosta. I risultati hanno evidenziato la mia opinione, ma i ragazzi vogliono mostrare che potevano starci in A. Lo stanno confermando, sarà difficile ma più che del Parma dobbiamo preoccuparci di presentare un Empoli al cento per cento".

Ripresa dei lavori fissata per oggi pomeriggio per preparare al meglio una partita che potrebbe quasi certificare la permanenza dell’Empoli in serie A.