Empoli - Carpi, sogno e realtà

Gli azzurri - forti di una classifica importante - si affidano al match casalingo per costruire qualche idea interessante, mentre Castori deve far punti in Toscana per agganciare il treno salvezza.

Empoli - Carpi, sogno e realtà
Empoli - Carpi, sogno e realtà

Alle ore 15, al Castellani, va in scena un delicato confronto salvezza. L'Empoli di Giampaolo - decima piazza a quota 21 - ospita il Carpi di Castori, penultimo a quota 10. Sul piatto, tre punti fondamentali per dare alla classifica un colore diverso, specie in ottica Carpi. Il sabato di A rilancia il Palermo e conferma la bontà del lavoro di Donadoni a Bologna, mentre rimanda Genoa e Frosinone. Un successo può quindi consentire all'undici di Castori di avvicinare la prima piazza utile per la permanenza nella massima serie, distante oggi sei punti. Di diverso tenore, fin qui, il campionato dell'Empoli. Dopo l'addio di Sarri e un inizio difficile, gli azzurri procedono a vele spiegate, offrono buon calcio e respirano aria di alta classifica.  

Momento positivo per entrambe le compagini. Il Carpi giunge alla trasferta odierna dopo il sacco di Genova - 1-2, Zaccardo-Borriello e Grifone a terra - e il pari casalingo con il Milan, mentre l'Empoli è in striscia aperta da tre gare. Bel pari a Firenze - 2-2 - successo di misura con la Lazio e colpo sottoporta di Costa per piegare l'Hellas. 

Per la gara con il Carpi, Giampaolo ha tutta la rosa a disposizione, eccezion fatta per Mchedlidze e Krunic. L'unico dubbio nel settore d'attacco, dove è corsa a due tra Livaja e Pucciarelli per agguantare la maglia al fianco di Maccarone. Sulla trequarti Saponara, mediana a tre formata da Zielinski, Paredes e Buchel. Skorupski difende i pali, esterni Laurini e Mario Rui, coppia centrale Costa - Tonelli. 

Qualche difficoltà in più per Castori. Out Fedele, Wallace e Bubnjic, qualche problema anche per Bianco. Fari sul comparto offensivo, margherita a quattro petali da sfogliare nelle ore che accompagnano al fischio d'inizio. Matos - Lasagna, Borriello - Mbakogu, questi i duelli da risolvere. Linea di mezzo con quattro effettivi: Cofie e Lollo al centro, Pasciuti e Martinho in corsia. Romagnoli e Gagliolo a proteggere la porta difesa da Belec, completano l'undici Zaccardo e Letizia.  

Giampaolo "Il Carpi è in gran forma: ha messo in difficoltà il Milan e per noi sarà dura. In questo campionato le partite non sono mai scontate. Il campo spesso dice cose diverse dalla classifica, le partite sono equilibrate e ogni domenica i risultati lo dicono. Saponara? In settimana si è allenato con continuità, sta risolvendo i problemi. Pucciarelli sta meglio, anche Livaja e Piu. Cambia poco chi parte titolare, a me interessa che tutti stiano bene: bisogna giocare a calcio e fare le cose per bene. Salvezza? Ci sono ancora tante partite da giocare. Secondo anno di contratto? Ancora me lo devo guadagnare".

Castori "Quella con l’Empoli sarà una partita difficile perché affronteremo una squadra con meccanismi oliati, che gioca insieme da tre anni. Giampaolo ha ereditato e mantenuto l’atteggiamento che avevano con Sarri, quindi è un gruppo che gioca a memoria, giovane e che ha tutte le caratteristiche necessarie per mettere in difficoltà chiunque. La classifica, inoltre, sta a testimoniare le difficoltà di questo match. Noi abbiamo acquisito una migliore condizione generale, sia fisica che mentale, perché comunque i risultati fanno morale".

Fischio d'inizio alle ore 15, dirige Cervellera.