Pareggio deludente per l’Empoli

Ennesima prova sottotono degli azzurri che però conquistano un ottimo punto in ottica salvezza

Pareggio deludente per l’Empoli
Pareggiodeludente per l’Empoli

Non riesce a svoltare in questo girone di ritorno l’Empoli di Giampaolo, ancora a secco di vittorie e ormai lontano parente di quello dell’andata. Il match di sabato scorso con il Palermo ha messo in evidenza le grandi difficoltà che sta attraversando la squadra, incapace di creare vere occasioni da gol e di giocare in maniera spettacolare come faceva fino a qualche tempo fa.

Della partita c’è davvero poco da raccontare con l’unica vera occasione gol creata dal Palermo al 77’, ma clamorosamente sprecata dal terzino Struna. Per il resto bene le due difese che hanno concesso poco ai reparti offensivi delle due squadre, che però hanno fatto poco per creare pericoli. Ma se il Palermo ha impostato una gara molto difensiva con il solo Vazquez in attacco, l’Empoli doveva assolutamente fare di più visto che dopo tanto tempo è tornato a giocare con l’undici base e considerando comunque il valore modesto dell’avversario.

Le notizie positive in casa Empoli sono due. La prima è certamente il punto conquistato che avvicina ulteriormente la squadra all’obiettivo principale che è quello della salvezza. La seconda è la porta di Skorupski inviolata dopo ben cinque partite e, sotto questo punto di vista, i ritorni di Tonelli dopo la squalifica di tre giornate e di Costa dopo l’infortunio sono serviti per dare più solidità ed esperienza alla difesa.

Quello che più preoccupa Giampaolo in questo momento è l’involuzione del centrocampo dell’Empoli con alcuni elementi in netta flessione rispetto ai loro standard abituali. Zielinski, che ha giocato tutte le partite quest’anno, e Paredes non danno più il loro contributo qualitativo e non fanno la differenza con le loro giocate, Croce viene da un’annata difficile condizionata dall’infortunio di inizio anno e per questo Giampaolo lo ha spesso alternato con Buchel. Infine Saponara che non ha fatto fare il salto di qualità a questa squadra e che dà la sensazione di non giocare con quella spensieratezza che gli ha permesso di poter esprimere le sue enormi potenzialità nel girone d’andata.

Per questo la sosta viene forse nel momento più opportuno in modo che diversi giocatori possano recuperare le forze in vista del finale di stagione che inizia con un trittico di gare molto impegnative. Infatti, sabato 2 aprile gli azzurri saranno ospiti della Juventus in un match sulla carta molto difficile ma che può solo dare nuovi stimoli ai ragazzi di Giampaolo. Domenica 10 aprile ci sarà l’atteso derby con la Fiorentina al “Castellani” e il 17 aprile la sfida dell’Olimpico di Roma con una Lazio in crisi ma pur sempre forte. E’ tempo quindi per l’Empoli di riordinare le idee e di ricaricare le batterie per il rush finale e per conquistare il più presto possibile la salvezza.