Empoli sconfitto, ma con onore

Gli azzurri vengono battuti di misura dalla Juventus, ma ritrovano certezze e gioco in vista del rush finale

Empoli sconfitto, ma con onore
Empoli sconfitto ma con onore

Non si può mai essere soddisfatti nel calcio per una sconfitta, ma in questo caso l’Empoli può trovare segnali positivi dalla battuta d’arresto dello “Juventus Stadium”, diversa rispetto ad altre. Infatti gli azzurri venivano da undici partite senza vittorie e affrontavano la capolista che invece era in grande forma, con 58 punti ottenuti su 60 nelle ultime 20 partite e con un solo gol subito nelle ultime 10 partite di campionato. E l’Empoli è uscito comunque con onore dallo “Stadium” avendo giocato la sua partita e creato anche un paio di occasioni molto pericolose che potevano incanalare il match a favore dei ragazzi di Giampaolo.

Soprattutto era un test per capire lo stato fisico e mentale della squadra, che nelle ultime partite aveva destato molta preoccupazione, e la prestazione può solo gratificare l’Empoli che ha giocato alla pari contro la Juve soffrendo il giusto e provando sempre a fare gioco contro la difesa più forte d’Europa. Si sono riviste buone prestazioni di alcuni singoli come Tonelli e Zielinski e i giovani come Bittante e Piu hanno dimostrato di poter dare il loro apporto nelle prossime partite.

Ma tra le note dolenti non si può non registrare l’ennesima difficile prestazione di Riccardo Saponara. Il talento empolese era l’osservato speciale del match visto il probabile futuro in bianconero, ma la sua classe è emersa in rare circostanze sabato ed è stata sua la clamorosa occasione sprecata al 14’ quando, sugli sviluppi di un corner, ha avuto a pochi metri dalla porta un pallone da buttare solo dentro ma mandato incredibilmente alto sopra la traversa. E’ vero che da mesi non si allena regolarmente e che in settimana ha sostenuto solo due allenamenti con il gruppo, ma se vuole fare il definitivo salto di qualità in estate deve essere decisivo in queste circostanze e mostrare il suo talento anche contro le big del campionato.

Per l’Empoli quindi risultato da buttare ma prestazione da mettere in cascina in vista del rush finale che inizia con una partita particolarmente sentita dalla tifoseria azzurra, ovvero il derby con la Fiorentina. Anche la squadra viola non passa un momento felice e il pareggio di ieri, con la contemporanea vittoria della Roma nel derby, ha mandato in frantumi i sogni di gloria per il terzo posto. Quindi per gli azzurri la partita di domenica è una grande occasione per dimenticare questo lungo e brutto periodo e per regalare una grande gioia ai i propri tifosi con annessa salvezza, che con una vittoria sarebbe virtualmente raggiunta.

Alla ripresa saranno da valutare le condizioni di alcuni singoli come Laurini, che dovrebbe recuperare dopo l’infortunio patito con il Palermo che gli ha fatto saltare il match di Torino. Anche Mchedlidze e Livaja dovrebbero tornare a disposizione, mentre gli occhi di tutti saranno puntati su Saponara, uscito più a scopo precauzionale durante il match con la Juve, che deve recuperare una condizione accettabile. Poi alcuni giocatori hanno dimostrato di non stare particolarmente in forma a livello fisico, ma la sensazione è che Giampaolo voglia prima conquistare l’obiettivo finale e poi magari dare spazio a chi ha più freschezza fisica e mentale in vista del prossimo anno.