Lazio-Empoli: le voci dei protagonisti in casa azzurra

Hanno parlato per l'Empoli il tecnico Giampaolo e i giocatori Pelagotti e Croce

Lazio-Empoli: le voci dei protagonisti in casa azzurra
Lazio-Empoli: le voci dei protagonisti in casa azzurra

Brutta caduta per l'Empoli che viene sconfitto all'Olimpico da una Lazio più convincente e determinata a raggiungere la vittoria. Apre le marcature Candreva al 6' sugli sviluppi di un calcio di rigore e chiude il match Onazi al 43'. Andiamo a vedere le dichiarazioni dei protagonisti in casa Empoli.

Giampaolo: "Oggi (ieri) siamo stati sottotono sul piano dell'intensità fisica e mentale. La Lazio ha vinto meritatamente, c'è poco da discutere. Solitamente il gap con le grandi squadre lo abbiamo sempre colmato, oggi questo non è successo. E' una sconfitta che ci disturba. Cosa non ha funzionato? La prestazione al di sotto è stata collettiva. Probabilmente abbiamo pagato le energie psico-fisiche spese per la gara contro la Fiorentina. Quando una squadra come la Lazio può pensare a suo piacimento può evidenziare la differenza di qualità tecnica.Oggi abbiamo corso male. Non ci è mancato il ritmo, ma non siamo riusciti ad accorciare le distanze. Maccarone? Fra due giorni giochiamo di nuovo, non mi sembrava logico per il suo dispendio di energie farlo scendere in campo oggi. Paredes è pronto per la Roma? Leandro può diventare un top calciatore. Il suo tocco di palla ce l'hanno in pochi in Serie A. Adesso sta giocando in questo suo nuovo ruolo da regista, deve ancora adattarsi al meglio, ma ha mezzi tecnici al di sopra della media".

Croce: "Dobbiamo essere i primi a capire che non si possono fare certe prestazioni. La colpa è nostra, dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. La gara con l'Hellas? Se pensiamo che sarà una gara facile rischiamo di andare incontro ad un'altra brutta figura. Dobbiamo chiudere il discorso salvezza".

Pelagotti:  "Non avevamo mai giocato così male, non ci era mai successo. Abbiamo perso meritatamente, i nostri avversari sono stati più bravi. Per fortuna giocheremo subito con l'Hellas, vogliamo dimostrare che questa è stata una battuta a vuoto. La seconda da titolare? Le emozioni sono fortissime, giocare all'Olimpico è stato bellissimo".