Giampaolo: "Non posso prevedere il futuro, obiettivo decimo posto in classifica"

Marco Giampaolo presenta la sfida contro l'Inter di Roberto Mancini a San Siro e non si sbilancia sul proprio futuro personale.

Giampaolo: "Non posso prevedere il futuro, obiettivo decimo posto in classifica"
Marco Giampaolo, tuttosport.com

Adesso che l'Empoli ha raggiunto la salvezza, festeggiata con il pubblico del Castellani la settimana scorsa, i toscani possono giocare senza pressioni sulle spalle e in assoluta serenità. Paradossalmente a tenere banco non è il futuro della squadra o di alcuni giocatori sul mercato, ma quello di Marco Giampaolo.

L'allenatore dell'Empoli ha fatto bene in questa sua stagione in toscana e i ben informati dicono che sia nella lista del Milan per la prossima stagione, con uno sponsor d'eccezione come Arrigo Sacchi. Alla vigilia della partita contro l'Inter a San Siro, però, Giampaolo non si sbilancia in conferenza stampa su quello che accadrà nella prossima stagione: "Tra una settimana tutto sarà più chiaro. Io sono sereno, volevo ripagare la fiducia dell'Empoli e conquistare la salvezza. Ora non sono in grado di prevedere il futuro, quindi non posso parlarne adesso." Meglio concentrarsi sui nerazzurri allora: "Siamo attesi da una partita affascinante, i ragazzi saranno felici di giocarla. Servirà il giusto atteggiamento perchè l'Inter in casa è imprevedibile, se gioca al massimo è fortissima."

Il tecnico è comunque convinto che anche la sua squadra farà una grandissima partita per provare a raccogliere punti per il decimo posto in classifica, obiettivo di queste ultime due partite di campionato: "Milano rischi di fare brutte figure se non ti impegni, sono convinto che sia una di quelle partite nelle quali le motivazioni vengono da sole. Ho visto i ragazzi sereni e motivati, ci tengono a fare bene e noi vogliamo il decimo posto." Per parlare di futuro ci sarà tempo, probabilmente in un incontro con la società al termine di un altro campionato comunque positivo.