Empoli: il miglior attacco è la difesa

Gli azzurri battono il Crotone 2-1 con i gol messi a segno da Bellusci e Costa e conquistano i primi 3 punti in campionato

Empoli: il miglior attacco è la difesa
Empoli: il miglior attacco è la difesa

Nonostante fossimo solo all’inizio di stagione e alla terza giornata di campionato, la partita tra Empoli e Crotone era considerata fondamentale per entrambe le squadre ancora ferme a 0 punti in classifica, aldilà della prestazione e dell’andamento del match.

Così, alla fine dei 90 minuti di gioco, c’è sicuramente più soddisfazione sponda Empoli per un successo che muove la classifica allontanando i primi nuvoloni che si stavano assestando sul cielo azzurro.

La partita non è stata per niente bella, anche se bisogna riconoscere che le due squadre si sono date battaglia fino all’ultimo minuto rimarcando l’importanza di questo scontro diretto.

L’Empoli è stato bloccato dalle tenaglie dei giocatori pitagorici, molto bravi a respingere gli attacchi sterili di Maccarone e compagni. Allora la squadra di Martusciello ha sfruttato un’arma importante ripercorrendo pienamente le orme di Sarri: i calci piazzati.

E quest’anno nelle fila dell’Empoli c’è un ottimo battitore come Manuel Pasqual che con due assist fantastici da calcio da fermo ha servito Bellusci e Costa che sono stati bravi e lesti a battere Cordaz e a regalare il pesante successo agli azzurri.

Dunque sembra facile dire che le note positive vengano dalla difesa che ha praticamente regalato i 3 punti all’Empoli. Ma aldilà dell’insolito protagonismo in zona offensiva, la difesa si è mostrata un muro invalicabile con i due centrali di difesa che hanno avuto vita facile contro gli attaccanti del Crotone, e con Zambelli e Pasqual che hanno fatto le due fasi di gioco in maniera impeccabile. L’unica pecca è forse sul gol di Sampirisi a fine primo tempo che ha denotato l’unico fatale calo di concentrazione del muro azzurro.

Bene Josè Mauri, al debutto con la maglia toscana, e in generale il centrocampo che ha dispensato quantità e qualità. Ma le insufficienze riguardano il reparto offensivo, praticamente mai pericoloso se non con due tiri di Maccarone parati senza grossi problemi da Cordaz.

Saremo ripetitivi, ma l’ago della bilancia nell’Empoli è sempre lui: Riccardo Saponara. I tifosi toscani lo aspettano e la grande cultura sportiva dei suoi supporter che lo incoraggiano sempre è molto importante per recuperare un talento che dovrà risultare per forza di cose determinante per il raggiungimento della salvezza.

Dunque ossigeno puro per l’Empoli che potrà preparare con più serenità ed entusiasmo il prossimo match dell’Olimpico con i temibili tori granata di Mihajlovic che avrà caricato a pallettoni i suoi dopo la sconfitta di Bergamo. Un match per testare ancora di più quest’Empoli che affronterà un Torino certamente più forte e determinato del Crotone a vincere la partita.