Empoli, Martusciello attende l'Inter: "Ha calciatori meravigliosi, sono curioso di affrontarli"

Il tecnico dei toscani è intervenuto alla vigilia del match infrasettimanale che vedrà il suo Empoli impegnato al Castellani con l'euforica Inter. I ragazzi di De Boer sono reduci dall'impresa con la Juve e vanno in cerca di continuità proprio sul campo dei crociati. Martusciello però, non è eccessivamente preoccupato, anzi, sembra molto curioso di vedere i nerazzurri da vicino.

Empoli, Martusciello attende l'Inter: "Ha calciatori meravigliosi, sono curioso di affrontarli"
Giovanni Martusciello, allenatore dell'Empoli. Fonte foto: tuttosport.it

Il Castellani di Empoli torna ad accendere i riflettori. Domani, nella provincia toscana arriva la lanciatissima Inter di Frank De Boer, reduce dal successo di domenica con la Juventus Regina d'Italia.

I crociati sono anch'essi reduci da un buon momento di forma, visto che negli ultimi due match sono arrivati i primi quattro punti della stagione. Il pareggio ottenuto al Comunale di Torino, 0-0 con i granata di Mihajlovic, ha dato ancor più fiducia ai ragazzi di Martusciello, finalmente sciolti e in fiducia dopo il successo con il Crotone
Di certo, questo non è il momento migliore della stagione per affrontare l'euforica e temibile Inter, ma Martusciello non sembra molto preoccupato, almeno questo è quello che è sembrato durante la consueta conferenza stampa della vigilia. L'ex calciatore dell'Empoli, ha iniziato elogiano i nerazzurri non solo per quanto fatto vedere con la Juve, ma soprattutto per la qualità di una rosa tra le migliori d'Italia: "L’Inter è una squadra forte, importante. Ha giocatori meravigliosamente forti - sottolinea Martusciello -. Vincere contro la Juventus può sembrare una casualità per il loro recente passato, ma alla fine i valori sono uguali. E’ una squadra di fenomeni. C’è grande curiosità di affrontarli".

Dopo le recenti prestazioni, Martusciello si aspetta una grande risposta anche contro la corazzata nerazzurra. I passi in avanti rispetto all'inizio della stagione sono stati evidenti, ma ora è necessario dare continuità attraverso prestazioni e atteggiamento giusto:  "Domani mi aspetto continuità nella prestazione, non dare per scontato il risultato negativo - ribadisce il tecnico -. Dobbiamo mettere in campo il senso di appartenenza. Si respira l’aria giusta nello spogliatoio, quell’alchimia che negli anni ci ha portato serenità e gioia. Vedo una squadra serena e concentrata che vuole affrontare una squadra composta da grandi campioni"
La condizione fisica diventa argomento importante, soprattutto alla vigilia di un turno infrasettimanale, il primo di questo campionato. Martusciello la pensa così: "La squadra sta bene, nonostante abbiamo giocato 48 ore fa. Abbiamo un altro giorno per recuperare energie, ho bisogno di una squadra che sai fresca e lucida domani. All’Inter possiamo dare fastidio solo con queste caratteristiche e ho bisogno di giocatori al top".

In chiusura, l'allenatore empolese viene pizzicato da una domanda sul giovane Dimarco, prodotto del settore giovanile interista. Qualcuno pensa ci sia spazio per il giovane terzino già dal primo minuto, Martusciello risponde così, senza lasciare troppi indizi nemmeno sull'impiego di un altro giovane ragazzo, Diousse: "C’è da riflettere non solo su quella posizione ma anche su altre, mi prendo altre 24 ore per decidere. L’Inter sembra poco organizzata ma vi assicuro che non lo è. E’ una squadra forte, quasi superiore tecnicamente alla Juve. Diousse? Devo valutare bene quelli che sono i giocatori che mi garantismo lucidità e corsa".