Empoli-Cesena 1-2: le voci dei protagonisti in casa azzurra

Hanno parlato dopo il match di Coppa Italia l'allenatore Martusciello e i giocatori Gilardino e Zambelli

Empoli-Cesena 1-2: le voci dei protagonisti in casa azzurra
Empoli-Cesena 1-2: levoci dei protagonisti in casa azzurra

Coppa Italia amara per l'Empoli che viene eliminato dalla Coppa Italia dopo la sconfitta con il Cesena che si è imposto al "Castellani" per 2-1. Ecco le dichiarazioni dei protagonisti in casa azzurra:

Martusciello: "Le risposte sul campo sono state positive, anche se si sono alternate a cose negative. Nel primo tempo eravamo bloccati, nella seconda frazione siamo riusciti a fare il nostro gioco. Peccato per il gol subito di Rodriguez che poteva essere evitato. La difesa? Mi è piaciuta la prestazione della linea difensiva che è stata ordinata rischiando il giusto. Peccato per il risultato, ma ora dobbiamo pensare al Sassuolo. Krunic? Il suo ingresso è stato importante, con le sue giocate la manovra è stata più veloce e tecnicamente ne abbiamo beneficiato. Gilardino? Lui è un attaccante che vive di gol e oggi ha realizzato una fantastica rete. Pereira? Mi è piaciuto soprattutto perchè ha fatto cose semplici. Ha 18 anni e viene da un campionato molto diverso, ma per ora va bene così. Cosa è mancato nel primo tempo? Nella prima frazione la manovra è stata più lenta e così abbiamo agevolato l'organizzazione difensiva del Cesena. Nel secondo tempo siamo stati più frizzanti e meritavamo qualcosa di più. Sconfitta pericolosa a livello mentale? Non dobbiamo guardare tanto il risultato, dobbiamo solo pensare al lavoro quotidiano e al percorso di crescita che stiamo facendo. Il Sassuolo? Non è uno scontro diretto perchè il Sassuolo non c'entra niente con la zona salvezza. Dobbiamo cercare di rendere uno scontro impari un match equilibrato".

Gilardino: "Sono contento a livello personale per il gol realizzato, ma sono dispiaciuto per la sconfitta. C'erano in campo molti ragazzi che fino ad ora non hanno trovato molto spazio e ci tenevamo a fare bene e qualificarci. Il cambio modulo mi ha agevolato? Sì perchè in questi anni ho sempre giocato come unica punta e nel secondo tempo abbiamo giocato meglio. Poco spazio per me? Magari mi aspettavo di giocare di più, ma mi alleno sempre al meglio per farmi trovare pronto dal mister. Il Sassuolo? E' uno scontro molto importante per noi, dobbiamo recuperare dopo questi 120 minuti perchè domenica ci aspetta una partita difficile".

Zambelli: "Dispiace per la sconfitta. Volevamo fare bene soprattutto perchè in campo c'erano ragazzi che fino ad ora hanno giocato poco e quindi eravamo vogliosi di fare molto bene. Non era semplice giocare bene con tutti questi cambi, ma col passare del tempo siamo migliorati dal punto di vista del gioco. Errore sul secondo gol? Io ero salito e non sono tornato in tempo, infatti loro hanno segnato su un attacco sulla mia zona di competenza e probabilmente abbiamo sbagliato. La condizione fisica? Abbiamo tenuto molto bene per 120 minuti nonostante c'erano in campo giocatori che non avevano un grande minutaggio. Il match con il Sassuolo? Se stanno lì vuol dire che hanno delle difficoltà e quindi per noi è un match importante. L'Empoli dei primi tempi ha dimostrato che se la può giocare con chiunque , l'obiettivo è giocare bene nell'arco di tutti i 90 minuti".