Empoli: Pucciarelli va verso un nuovo forfait

L'attaccante scuola Empoli non ha recuperato dall'ultimo infortunio e potrebbe non farcela per il match di Bologna. Torna a disposizione Cosic. Intanto a Empoli c'è la pazza idea Gabigol

Pucciarelli verso il forfait contro il Bologna

Prosegue la preparazione dell'Empoli in vista della trasferta del "Dall'Ara" contro il Bologna. Entrambe le squadre non vivono certamente un bel momento, dunque per i felsinei il match di domenica rappresenta un'ottima chance per allungare in classifica e allontanarsi dalla zona rossa. Ma di fronte si troveranno un Empoli agguerrito e ferito dopo le tre pesanti sconfitte consecutive.

Gli azzurri hanno sostenuto ieri una seduta pomeridiana, svolgendo diverse esercitazioni tattiche. 

Dall'infermeria non arrivano buone notizie per Martusciello. Infatti, per il match con il Bologna, si puntava sul rientro in campo di Manuel Pucciarelli. Invece l'attaccante scuola Empoli si è allenato ancora a parte e difficilmente sarà disponibile per la trasferta emiliana.

Altro problema per il tecnico napoletano è sul lato destro del campo. Infatti Veseli e Zambelli sono indisponibili, Laurini potrebbe andare in panchina ma non è ancora pronto per giocare dal primo minuto. Dunque si va verso la conferma di Cosic come terzino destro, visto che il serbo ha recuperato dal guaio muscolare.

Per il resto dovrebbe essere confermato l'undici che ha perso con il Sassuolo. L'unico dubbio potrebbe riguardare chi schierare come mediano, visto che Diousse viene da un periodo deludente e c'è un Mauri in panchina che scalpita e che è voglioso di giocare.

Nel frattempo si inizia a parlare di mercato e a Empoli c'è la pazza suggestione Gabigol. L'attaccante dell'Inter ha fino ad ora giocato pochissimo e il club nerazzurro sarebbe orientato a cederlo in prestito ad un club italiano.

Ha parlato di questa ipotesi il direttore generale dell'Empoli Marcello Carli a Tuttomercatoweb: "Gabigol da noi? Difficile, qui nessuno parla portoghese! Sarebbe bello averlo, magari insieme a Kondogbia. A parte gli scherzi, al momento preferisco non parlare di mercato. Le prossime saranno partite molto importanti per la nostra classifica. Se Ausilio dovesse chiamare a quel punto potremmo parlarne, anche se ora è presto. Piero è un amico e abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto.”