Empoli, alla ricerca della continuità perduta

La squadra di Martusciello ha la chance di dare continuità al successo ottenuto la scorsa settimana ai danni del Palermo.

Empoli, alla ricerca della continuità perduta
Empoli, a caccia del bis contro la Sampdoria di Giampaolo

Il successo sofferto, ma meritato, conquistato dall'Empoli contro una diretta concorrente nella lotta salvezza, quale il Palermo, si è rivelato pura medicina per la squadra del patron Corsi. Gap pressocchè raddoppiato sulla zona rossa (vantaggio di sette lunghezze proprio sui rosanero) che ha permesso a Martusciello di lavorare in settimana con un gruppo più sciolto, rassenerato e maggiormente consapevole delle proprie qualità.

Settimana di intenso lavoro atletico e tattico quella che ormai sta volgendo al termine. I biancoazzurri affronteranno la trasferta di Marassi, in casa della Sampdoria, e potranno farlo contando sull'apporto di Levan Mchedlidze, uscito malconcio dalla sfida del Castellani sabato scorso, ma prontamente ristabilitosi e dunque a disposizione per l'insidiosa trasferta genovese. Il recupero lampo è stato da lui stesso confermato ai microfoni di Radio Lady: " Sto bene, è stato solo un piccolo problemino ma è già tutto risolto. Personalmente e fortunatamente sto attraversando un buon momento di forma in questo periodo, cerco di lavorare sempre sodo durante la settimana per farmi trovare al top ed evidentemente il mister sta vedendo input positivi dandomi fiducia partita dopo partita. Il partner d'attacco dovrebbe essere l'esperto (e match winner contro il Palermo) Massimo Maccarone, ma in preallarme e dunque in ballottaggio con Big Mac, resta Guido Marilungo. Come sempre sarà Saponara ad agire dietro le punte, ago della bilancia del sistema di gioco empolese, ma fin qui attestatosi ben sotto le aspettative di inizio anno (appena 2 gol realizzati conditi da troppe mediocrità).

Per il resto, Martusciello è intento nel confermare la stessa formazione scesa in campo la settimana scorsa, con l'unico dubbio rappresentatato dal recupero dell'ex doriano Costa, il quale è pronto a scalfire della titolarità il giovane Cosic. Il modulo sarà il collaudatissimo 4-3-1-2, e gli unici assenti che non prenderanno parte alla contesa saranno Barba e Zambelli, con quest’ultimo che però sta iniziando a fare qualche progresso.