Laurini: "Gli infortuni sono alle spalle, ora voglio la salvezza con l'Empoli"

"Abbiamo iniziato bene il 2017 ma non dobbiamo commettere l'errore di sentirci già salvi. Con l'Udinese sarà dura perchè affrontiamo una squadra solida che ci può mettere in difficoltà"

Laurini: "Gli infortuni sono alle spalle, ora voglio la salvezza con l'Empoli"
conferenza laurini empoli-udinese

Ha parlato in conferenza stampa il terzino dell'Empoli Vincent Laurini, rientrato da qualche settimana dopo un infortunio serio che lo ha tenuto fermo per due mesi. Il francese ha analizzato il momento della squadra toscana e quello suo personale dopo le ultime sfortunate vicissitudini.

"Abbiamo iniziato il 2017 nel migliore dei modi con una preziosa vittoria con il Palermo e un buon risultato a Genova con la Sampdoria che è un'ottima squadra. Ma non dobbiamo rilassarci perchè la lotta per la salvezza è dura.

Il mio riscatto? Dopo gli infortuni voglio dare una mano alla squadra. Non è stato semplice per me stare fuori due mesi, ma ora sto bene e ho voglia di dimostrare il mio valore.

La crescita della squadra? Stiamo lavorando bene da inizio stagione nonostante qualche difficoltà. I nuovi si sono integrati bene nonostante non sia semplice giocare in questo modo.

Periodo difficile passato? Abbiamo avuto un periodo negativo soprattutto per i risultati, ma abbiamo sempre lavorato con serenità. Certo è che così ti possono mancare delle certezze, per questo era importante iniziare bene l'anno.

L'Udinese? E' una squadra solida e molto organizzata. Per una squadra pulita come la nostra non sarà semplice ma vogliamo continuare a fare bene e a prolungare la striscia di risultati positivi.

Periodo decisivo della stagione? Sappiamo che per noi questo mese è importante e ottenere due risultati positivi nei prossimi due match con Udinese e Crotone significherebbe mettere un bel mattone alla realizzazione dell'obiettivo.

Il rischio maggiore qual è? Guardare troppo alla classifica. Otto punti di vantaggio sulla zona retrocessione non sono pochi, ma bastano poche partite per rovinare il tutto. Per questo dobbiamo lavorare sodo per conquistare il prima possibile l'obiettivo.

Il mio futuro? Io spero di giocare e stare bene fisicamente. Adesso curo ogni particolare perchè il calcio è una disciplina dura che pretende di allenarsi sempre al massimo. Ma spero soprattutto di aver saldato ogni debito con la sfortuna e di essermi lasciato alle spalle i guai fisici.

Più forti delle ultime tre? Adesso abbiamo solo dei punti in più in classifica ma non so se siamo più forti delle squadre che ci stanno sotto, lo sapremo a fine anno".