Crotone-Empoli 4-1: le voci dei protagonisti in casa azzurra

Hanno commentato la pesante sconfitta il tecnico dei toscani Martusciello e il centrocampista Croce

intervista martusciello crotone empoli

Giornata amara per l'Empoli, reduce dalla batosta di Crotone. Hanno commentato il match per i toscani il tecnico Martusciello e il vice capitano Croce ai microfoni di Pianetaempoli.

Martusciello: "Sapevamo che in questa partita dovevamo dare il massimo come fatto nelle ultime partite, ma oggi è mancato tutto. Oggi è mancata la giusta concentrazione e il Crotone ha meritato di vincere perchè ha messo in campo quello che noi non abbiamo messo. Il discorso salvezza non è chiuso e questo schiaffo ci farà bene. Come mai questo calo? Oggi abbiamo affrontato la partita male dal punto di vista mentale e ne siamo usciti con le ossa rotte. In serie A queste partite giocate così le paghi a caro prezzo. La squadra pensava di essere già salva? Lo escludo perchè i ragazzi sono concentrati sull'obiettivo finale. Purtroppo capitano questi incidenti di percorso, sta a noi ora saper ripartire. Le voci di mercato hanno disturbato? Può essere anche se spero di no perchè noi non possiamo dipendere dal calciomercato. La cessione di Saponara? Conosco Riccardo da tanti anni ed è chiaro che fa un certo effetto non vederlo più con la nostra maglia. Gli auguro il meglio e mi godo il gruppo che ora ho. Pucciarelli male? Non è una questione individuale, oggi la squadra ha giocato male collettivamente. Jose Mauri? Al momento i tre titolari mi danno più certezze, Mauri rimane un buon giocatore ma ribadisco che i tre che metto ormai sono titolari. Cosa salvo di oggi? Il risultato, c'è bisogno ogni tanto di prendere questi schiaffi che ci devono scuotere e far reagire".

Croce: "La sconfitta di oggi è un boccone amaro da mandare giù ma che ci può servire. Dovevamo arrivare al match più preparati a livello mentale, speriamo che ci possa servire da lezione. Certo avrei fatto a meno di questo schiaffo ma ci deve far capire che dobbiamo dare sempre il massimo. Un pò di arroganza dopo il gol? Penso di no anche perchè non ce lo potevamo proprio permettere visto che affrontavamo una squadra del nostro livello. Abbiamo preso due gol in maniera ingenua e questi particolari indirizzano la partita. L'assenza del trequartista? Pucciarelli oggi ha fatto una gran partita. Certo ha caratteristiche diverse ma non gli si può rimproverare nulla. Anche Saponara veniva criticato ma per noi era un giocatore fondamentale. L'addio di Saponara? Non me l'aspettavo ma non dobbiamo fasciarci la testa perchè Empoli è una tappa di passaggio per i giovani talenti. La differenza poi non la fanno i singoli ma il gruppo".