Carli: "Vogliamo aprire un ciclo con Martusciello, ha la stoffa per diventare un grande"

"Il tecnico sta facendo bene e nei prossimi due-tre anni potrà dimostrare il proprio valore. Nel prossimo match con il Genoa dobbiamo tornare a muovere la classifica"

marcello carli elogia martusciello

Riprendono gli allenamenti per l'Empoli che prepara il prossimo match con il Genoa. Gli azzurri vogliono tornare a muovere la classifica dopo tre sconfitte consecutive. Ma resta in dubbio Mchedlidze per il match con i rossoblù a causa dei soliti problemi fisici che lo perseguitano da tempo. Tutto ok per El Kaddouri e Croce che si sono allenati in gruppo, qualche problemino per Costa, Krunic e Marilungo ma tutti e tre dovrebbero recuperare per domenica.

Ha parlato sulle pagine del Corriere dello Sport il direttore generale dell'Empoli Marcello Carli che ha speso parole al miele per il tecnico Martusciello confermandolo anche per il prossimo anno.

"Siamo contenti del nostro allenatore, sta facendo bene ed ha fatto crescere la squadra, è l’allenatore giusto per aprire un ciclo.  Nel recente passato evidentemente siamo stati bravi a scegliere gli allenatori che poi hanno scelto panchine blasonate. Martusciello è alla prima esperienza, per lui questo è un laboratorio e nei prossimi 2-3 anni può sviluppare e dimostrare il suo valore,  ha la stoffa per diventare un tecnico importante.

Confermato anche per la prossima stagione? L’idea è quella di ripartire con lui e 7-8 undicesimi della rosa, abbiamo fatto anche investimenti su giovani talenti come Zajc e Jakupovic.

La classifica? Siamo nella posizione di classifica che ci aspettavamo, forse potevamo avere qualche punto in più ma era da mettere in conto che avremmo dovuto soffrire. Ora ci aspettano 12 gare determinanti per coltivare il nostro sogno, mai nella sua storia l’Empoli ha centrato tre salvezze consecutive.  

Un giudizio sul nostro cammino? Ogni estate cambiamo tre o quattro pedine importanti e non è semplice ripartire sempre quasi da zero. La squadra dopo una fase di assestamento ha acquisito una sua identità, nel girone di ritorno abbiamo sbagliato solo la gara di Crotone ma abbiamo vinto scontri diretti importanti. Ci aspettiamo che Martusciello porti avanti questo lavoro di crescita della squadra che da questo trittico quasi impossibile è comunque uscita a testa alta.

Il prossimo match con il Genoa? Quella di domenica prossima è una partita tosta ma dobbiamo tornare a muovere la classifica.

Le differenze con il passato? Non si può fare un paragone con il passato sono due Empoli diversi, l’anno scorso c’era più qualità di palleggio, quest’anno verticaliziamo di più e c’è più forza fisica, Martusciello è stato bravo a valorizzare la rosa".