Carli: "Trasformiamo i fischi in energia positiva"

"In momenti del genere serve grande compattezza per provare a fare un gran finale di stagione a cominciare dalla difficile partita con il Chievo". Sicura l'assenza di Mchedlidze per la trasferta di Verona

intervista carli dg empoli

Prosegue la preparazione dell'Empoli in vista della trasferta di domenica prossima a Verona contro il Chievo.

Confermata l'assenza di Levan Mchedlidze per infortunio. Il giocatore ha problemi fisici alla schiena e alla coscia e la speranza per i tifosi azzurri è di rivederlo nella partita casalinga contro il Napoli. Non si sono allenati Bellusci e Mauri che dovrebbero tornare in gruppo domani, mentre hanno concluso la seduta in anticipo Costa per problemi di allergia e Tello per un fastidio al retto femorale.

E' intervenuto sulle pagine de "Il Tirreno" il direttore generale dell'Empoli Marcello Carli per analizzare il momento dell'Empoli a cavallo della cocente sconfitta con il Genoa e la partita con il Chievo.

“La sconfitta rimediata domenica fa male perché abbiamo avuto per lunghi tratti il pallino del gioco, non abbiamo creato grandi occasioni ma non lo avevano fatto nemmeno loro e alla fine ci ha punito un episodio. Sicuramente un pareggio sarebbe stato più giusto ma è inutile adesso parlare di questo. Dobbiamo trasformare la delusione per la sconfitta in benzina con la quale provare a fare un buon finale di stagione, in momenti come questo serve grande compattezza.

In cosa dobbiamo migliorare? Sappiamo di dover migliorare alcuni aspetti, lo sanno i ragazzi e lo sa anche il mister, ma l’impegno da parte di tutti non è mai mancato e per questo sono fiducioso.

La rabbia dei tifosi a fine gara? I fischi e le contestazioni sono cose che fanno parte del calcio, conosco bene i nostri tifosi, ci hanno sempre lasciato giocare con tranquillità ed è normale che quando si perde ci sia disappunto. La gente paga il biglietto, i fischi ci stanno, sempre se si tratta di una protesta civile e non sfocia nelle offese, dobbiamo prendere atto dei fischi e trasformarli in energia positiva.

Le parole del mister a fine gara? Non le ho sentite, sicuramente avrà voluto stemperare gli animi, ora dobbiamo solo restare compatti e guardare avanti. Il prossimo match con il Chievo? Quella di domenica prossima con il Chievo sarà una partita dalla difficoltà decisamente elevata, stanno facendo un buon campionato ed in casa vanno forte, ma noi vogliamo strappare punti ad ogni costo.”