L'Empoli vince e convince e domenica potrebbe chiudere il discorso salvezza

I toscani battono meritatamente il malcapitato Bologna reagendo subito dopo la sconfitta con il Sassuolo. Una vittoria pesante e fondamentale, con l'obiettivo salvezza ormai sempre più vicino

esultanza empoli dopo il gol di costa

Dimenticare il match con il Sassuolo con una grande partita contro il Bologna. Obiettivo perfettamente raggiunto dall'Empoli che domenica ha vinto e convinto contro i rossoblù che hanno dimostrato di non avere le stesse motivazioni dei toscani.

L'Empoli è sceso in campo con grande cattiveria agonistica e determinazione nel voler raggiungere a tutti i costi la vittoria nonostante alcune importanti assenze come quelle di Buchel, Krunic e Mchedlidze. Ma Martusciello ha sempre ribadito l'importanza del gruppo e ha infatti elogiato la prova dei vari Diousse e Jose Mauri, chiamati a sostituire i due centrocampisti titolari.

Al di là dei giovani centrocampisti e di Pasqual, autore del fantastico secondo gol, una menzione speciale la meritano Croce e Costa. Il primo, che veniva da un infortunio che lo ha costretto a saltare la partita con il Sassuolo, ha realizzato il suo primo meritato gol stagionale coronando un'annata straordinaria con una marcatura molto importante per il futuro dell'Empoli. Il difensore veniva invece da diverse panchine di fila, ma quando è stato chiamato in causa ha risposto con un gol, un assist e una prestazione difensiva sontuosa e solida che ha dato sicurezza a tutto il reparto.

Segnali molto importanti, così come i risultati dell'Empoli nell'ultimo periodo. Eccetto il passo falso con il Sassuolo, gli azzurri hanno vinto tre delle ultime quattro partite, confezionando ben 9 punti su 12 disponibili. Una squadra che sembra finalmente aver raggiunto quella maturità e quella sicurezza molto importanti per i tanti giovani presenti in squadra. Anche con il Bologna, dopo il gol di Verdi, c'è stato qualche minuto di sbandamento con la paura e le insicurezze che hanno ripreso il sopravvento. Poi il siluro di Pasqual ha ridato certezze all'Empoli che dopo ha condotto il match con grande personalità e tranquillità.

Adesso però l'obiettivo è chiudere il discorso salvezza il prima possibile. Il calendario sulla carta non è proibitivo ma occorre affrontare queste ultime partite con grande attenzione. Il prossimo match con il Cagliari al "Sant'Elia" non è da sottovalutare visto il grande rendimento dei sardi in casa. Poi c'è l'ultima sfida casalinga contro la sorprendente Atalanta in lotta per l'Europa League e infine la partita del "Barbera" contro il già retrocesso Palermo. E' dunque difficile per l'Empoli conquistare aritmeticamente la salvezza già domenica, visto anche il match del Crotone allo "Scida" contro l'Udinese. Ma è indubbio che un risultato positivo in Sardegna metterebbe il lucchetto alla permanenza in massima serie dei toscani.