Fiorentina-Milan, parla Paulo Sousa: "Peggior settimana dell'estate"

Paulo Sousa parla alla vigilia dell'esordio in campionato contro il Milan e non nasconde la sua preoccupazione riguardo il mercato e obiettivi stagionali. E, in attesa di sapere se Suarez potrà giocare, il Napoli punta Vecino.

Fiorentina-Milan, parla Paulo Sousa: "Peggior settimana dell'estate"
Fiorentina-Milan, parla Paulo Sousa: "Peggior settimana dell'estate. Preoccupato da chi può partire. Non so se posso far giocare Suarez".

Potrebbe quasi sembrare di tornare indietro nel tempo. Era metà maggio e allora il termine che andava per la maggiore era "dimensione viola", a cui sarebbe seguito il celeberrimo "caso Salah". Alla vigilia dall'esordio in campionato (domenica ore 20.45, all'Artemio Franchi arriva il Milan) parla Paulo Sousa e, ascoltandolo, ti accorgi che i concetti principali si possono riassumere in "caso Joaquin", "caso Suarez", fino ad arrivare ad un perentorio: "Quali sono i nostri obiettivi? Chiedetelo ai Della Valle". E' questa l'atmosfera che accompagna la vigilia della prima

Significato alla partita? "Io lavoro tutti i giorni per competere con i migliori. E in Italia questo è possibile, ho lavorato per questo e voglio competere per essere il migliore. Non è stata una settimana facile, forse la peggiore e la più difficile: la concentrazione è necessaria. Ma sono contento di esserci e pronto per competere".

Joaquin? "Nessuno è titolare, tutti sono importanti con le proprie caratteristiche. Joaquin sa quanto lui per noi è importante. La difficoltà è che ancora il mercato non è chiuso. Il problema è anche Suarez perché non sappiamo se può giocare o meno. E così vai in difficoltà, te e tutta la squadra. E' difficile per tutto. Ma sappiamo ciò che possiamo dare con tutti i giocatori disponibili. E su Suarez no, non ho ancora sicurezza".             

Il giocatore ha rimediato un cartellino nell'ultima finale giocata con la maglia dell'Atletico, cartellino che secondo la FIGC comporta una squalifica nella prima giornata di campionato (che sia la Serie A, la Liga stessa). Secondo però la FIFA questo problema non si pone e il giocatore può scendere in campo. Al momento però la FIGC non ha dato risposta alla Fiorentina riguardo ad una loro scelta, quindi la presenza di Suarez nella partita di domani non è ancora certa.

Il sogno di questo gruppo è la Champions, come dice Suarez? "I sogni sono la prima spinta per un traguardo. Non mi stacco mai dalla realtà, lavoro per vincere e non ho altri pensieri. I sogni aiutano sempre sennò non arriverai mai".

Ultimi giorni di mercato? "Ho già parlato su questo. E' difficile competere con le squadre di prima fascia ma la società cerca di fare il meglio per accontentare la squadra".

A proposito di mercato, su indicazione di Sarri, il Napoli ha chiesto Matias Vecino alla Fiorentina. Per il classe 1991, allenato dal tecnico a Empoli, gli azzurri hanno messo sul piatto 10 milioni di euro, ma per il momento la dirigenza viola ha rifiutato, anche perchè il centrocampista era stato tolto dal mercato su indicazione di Paulo Sousa. Anche se, da qui al 31 agosto la strada è ancora lunga.