Risultato Fiorentina - Lech Poznan, Europa League 2015/2016 (1-2): Kowniacki, Gajos, Rossi

Risultato Fiorentina - Lech Poznan, Europa League 2015/2016 (1-2): Kowniacki, Gajos, Rossi
Fiorentina
1 2
Lech Poznan
Fiorentina: (3-5-2): Sepe, Tomovic, Astori, Roncaglia, Rebic, M.Suarez (dal 73' Ilicic), Verdù (dal 65' Vecino), Pasqual (dal 67' Bernardeschi), Mati Fernandez, Rossi, Babacar. All: Sousa.
Lech Poznan: (4-2-3-1): Burić; Kędziora, Kádár, Dudka, Kamiński; Trałka, Holman (dal 67' Hamalainen); Tetteh, Lovrencsics, Thomalla (dal 63' Kownacki (dal 76' Gajos)); Formella. All: Jan Urban.
SCORE: 0-1, min 65, Kownacki; 0-2, min 81, Gajos; 1-2, min 90, Rossi;
ARBITRO: Gediminas Mažeika ammonisce Lovrencsics; espulso Rebic
NOTE: In diretta dallo Stadio Artemio Franchi di Firenze la diretta testuale di Fiorentina-Lech Poznan, incontro valevole per la terza giornata dell'Europa League 2015/2016. Calcio d'inizio ore 19

Per questa sera è davvero tutto amici lettori di Vavel Italia. Non perdete il live della sfida che vedrà impegnato il Napoli in Danimarca contro il Midtjylland, sempre in nostra compagnia. Da Andrea Bugno e dalla redazione calcio di Vavel Italia, l'augurio di una piacevole serata in nostra compagnia. 

Il Belenenses nell'altra gara dell'incontro ha vinto in Svizzera rimescolando tutte le carte del girone. Adesso questa la situazione: Basilea 6, Belenenses e Lech 4, Fiorentina 3. 

I polacchi del Lech battono la Fiorentina tornando in corsa per la qualificazione. I gol nella ripresa sono di Kownacki e Gajos, due subentrati. La Fiorentina attacca alla ricerca del pari prima del raddoppio, mentre Rossi accorcia le distanze prima che Babacar sbagli all'ultimo secondo l'occasione per il pareggio. 

FINISCE QUI! NON C'E' PIU' TEMPO PER LA FIORENTINA! VINCE IL LECH PER 2-1!!! CLAMOROSA OCCASIONE PER BABACAR NEL FINALE!

94' COSA SBAGLIA BABACAR!!!! COSA HA SBAGLIATO BABACAR!!!! TUTTO SOLO DI TESTA SUL CROSS DI RONCAGLIA A PORTA VUOTA!!!! AVEVA TUTTO LO SPECCHIO APERTO!!!!

Ultimo minuto con la Fiorentina che si spinge tutta in avanti alla ricerca di un'incredibile pareggio. 

Espulso Rebic per un fallo di frustrazione! 

91' CLAMOROSO ROSSI! STAVA PER SEGNARE RESPINGENDO CON LA SCHIENA IL RINVIO DEL PORTIERE!

4 minuti di recupero!!

90' ROSSI!!!! GIUSEPPE ROSSI LA RIAPREEEEE!!!! MATI VA VIA SULLA SINISTRA E METTE A RIMORCHIO PER ROSSI CHE NON SBAGLIA! CI DEVE CREDERE LA FIORENTINA!!!

Cantano gli indemoniati tifosi polacchi giunti al Franchi. Nonostante la loro squadra sia ultima in classifica nel campionato polacco hanno sostenuto per tutto l'incontro i propri beniamini che li hanno ripagati con una grande prestazione di sofferenza e cinismo al momento giusto.  

88' Ancora contropiede del Lech, ma l'assist di Hamalaien non è preciso e Sepe può rilanciare l'azione. 

86' Si spingono in avanti Rossi e Bernardeschi, ma non trovano nemmeno il corner sull'out di sinistra. Tanta frustrazione nelle offensive dei viola. 

Dopo il gol del vantaggio del Lech la Fiorentina si era sbloccata ed aveva anche creato due ottime occasioni da rete, ma come spesso capita nel calcio se non si capitalizza si viene puniti: puntuale dopo il miracolo di Buric il gol di Gajos che chiude la contesa e potrebbe mandare il Lech al secondo posto in classifica. 

Punizione dalla destra battuta da Tranka, Kadar sponda al centro per l'accorrente Gajos che mette a segno il gol del probabile ko!

GAJOS!!!! IL RADDOPPIO DEL LECH! PAZZESCO!!! PAZZESCO!!!! LA FIORENTINA E' SOTTO 0-2 IN CASA! HANNO SEGNATO I DUE GIOCATORI SUBENTRATI!!!

80' COSA HA PARATO BURIC! IN CONTROTEMPO CON I PIEDI ALLA GARELLA! CLAMOROSISSIMA OCCASIONE PER LA FIORENTINA! MATI LIBERA BERNARDESCHI AL TIRO DALL'INTERNO DELL'AREA, MA SI OPPONE L'ESTREMO DIFENSORE!

79' Altro errore di Mati Fernandez, che intendeva servire col destro Rebic largo non trovando il taglio del compagno.

Ultimo cambio per gli ospiti: dentro anche Gajos, esce l'autore del gol Kownacki. 

75' BERNARDESCHI!!!! COSA SBAGLIA!!!! DESTRO DI VECINO DALLA DISTANZA, RESPINTA DEL PORTIERE SUL MANCINO DI BERNARDESCHI CHE CALCIA IN PORTA DA POSIZIONE DEFILATISSIMA PIUTTOSTO CHE SERVIRE SOLISSIMO ROSSI SUL SECONDO PALO! 

Fiorentina che adesso è in campo con un 3-1-4-2. Sousa non bada a spese e cerca il gol a tutti i costi. Vecino davanti alla difesa, Ilicic e Mati interni a centrocampo con Rebic e Bernardeschi sui lati dietro a Rossi e Babacar. 

74' Ilicic cerca col mancino Bernardeschi in area di rigore, ma l'attaccante dell'Under 21 non c'arriva. 

Dentro anche Ilicic: ultimo cambio per Sousa che toglie anche Mario Suarez dal terreno di gioco. 

CROSS TESO DI MATI FERNANDEZ CHE VIENE DEVIATO DA UN DIFENSORE IN ANGOLO! SUL SECONDO PALO ERA APPOSTATO ROSSI PRONTO A BATTERE A RETE! 

71' Fallaccio di Lovrencsics ai danni di Bernardeschi: giallo per lui, punizione per la Fiorentina dal lato corto destro dell'area di rigore del Lech. 

Situazione assolutamente inaspettata nel gruppo della Fiorentina. Sia i viola che il basilea stanno perdendo in casa. Situazione attuale che vedrebbe il Basilea sempre primo, con portoghesi e polacchi a 4 e Fiorentina a 3 ultima. 

68' ROSSI! Occasione per Pepito che si libera sugli sviluppi di un corner e col mancino batte a porta sguarnita. Tetteh appostato sul secondo palo mette in angolo. 

Sousa effettua anche il secondo cambio, con Bernardeschi che prende il posto di Pasqual. 

Il gol ospite faciliterà il compito dei polacchi che adesso potranno chiudersi ulteriormente in difesa. Dentro anche Hamalainen, che prende il posto di un positivo Holman.

65' KOWNACKI!!!!!!!! IL GOL DEL LECH POZNAN!!! VANTAGGIO DEI POLACCHI A FIRENZE!!!! CONTROPIEDE FULMINEO SULLA DESTRA CON LOVRENCSICS CHE SERVE IL NEO ENTRATO A TU PER TU CON SEPE CHE NON PUO' NULLA!

64' Ancora Babacar si libera al limite dell'area di rigore, ma il suo destro finisce ampiamente a lato. Dentro Vecino al posto di uno spento Verdù. 

Kownacki prende il posto di Thomalla nel Lech. Primo cambio per gli ospiti, con l'attaccante che esce zoppicando per un colpo subito in copertura su una conclusione di Rebic. 

59' BABACAR! ECCOLA LA VIOLA! PASQUAL TROVA ROSSI TRA LE LINEE, COL MANCINO SPONDA PER BABACAR CHE SI AGGIUSTA LA SFERA SUL DESTRO E CALCIA DI POTENZA: BURIC DEVIA IN ANGOLO!

56' Altro errore di Verdù: Suarez imbecca il compagno sulla trequarti, lo spagnolo aspetta l'inserimento di Pasqual sulla sinistra, ma tarda nel servizio per l'esterno e si fa recuperare dal terzino del Lech. 

54' Mati Fernandez ci prova su punizione dalla trequarti, ma il suo tiro-cross non trova nè un compagno appostato sul secondo palo, tantomeno lo specchio della porta. 

52' Non riesce a cambiare passo la squadra di Sousa: il portoghese si sgola dalla panchina per far salire in pressing la sua linea di centrocampo, ma sia Mati che Mario Suarez corrono spesso a vuoto dietro i portatori di palla polacchi. 

48' Bella azione in uscita del Lech, che libera al cross dalla sinistra Tranka, il capitano, ma il suo mancino è troppo su Sepe, che blocca senza patemi. 

46' Viola subito propositivi con Mati che scambia con Rebic e si presenta al cross, ma Kaminski è ben appostato al centro dell'area. 

SI PARTE! INIZIA LA RIPRESA ALLO STADIO FRANCHI! INIZIA IL SECONDO TEMPO DI FIORENTINA-LECH

Stanno tornando in campo le squadre, con Sousa che incita i suoi ragazzi prima di fermarsi a parlare con Rebic. Avrà dato una svegliata alla sua squadra l'ex allenatore del Basilea?

Nel frattempo a Basilea il Belenenses ha ribaltato la situazione portandosi dopo l'iniziale vantaggio degli svizzeri avanti nel punteggio per 2-1. 

Pochissime emozioni al Franchi. La Fiorentina gioca sottoritmo (nonostante il netto predominio nel possesso palla) e non trova mai lo spunto giusto per far male alla retroguardia dei polacchi che si difende con diligenza e compattezza tra i reparti. Babacar sfiora il vantaggio dopo pochi secondi, ma non si fa mai trovare pronto al centro dell'area sui cross prevedibili dalle fasce di Rebic e Pasqual. Fuori dal gioco Suarez e Verdù, con Rossi che si batte ma non riesce ad essere pericoloso. 

NON C'E' RECUPERO! FINISCE 0-0 IL PRIMO TEMPO AL FRANCHI TRA FIORENTINA E LECH POZNAN! 

43' Solita azione della squadra di Sousa che libera Pasqual al cross sulla corsia mancina, ma Buric protegge bene l'area piccola uscendo con i pugni su Babacar. 

40' Si vede anche il Lech in avanti con Thomalla: l'attaccante si libera alla conclusione dalla destra, col mancino, ma il tiro sbilenco termina ampiamente a lato. 

39' Ultime folate offensive del primo tempo: Rebic si libera ancora bene sulla destra e mette al centro per il solito Babacar. La difesa del Lech si rifugia in angolo. 

36' Intervento sbilenco di AStori che provoca un angolo per il Lechm sugli sviluppi del quale Tralka mette alto di testa. 

34' La Fiorentina insiste con i cross dai lati, ma i traversoni di Pasqual e Rebic non riescono ad impensierire Buric, che esce in presa alta e blocca la sfera. 

32' Si fa vedere in ripartenza il Lech, con Thomalla che salta Astori e mette al centro: attento Tomovic in chiusura. 

31' CHE ERRORE DI VERDU'! IL CENTROCAMPISTA VIENE SERVITO PERFETTAMENTE DA ROSSI NELLO SPAZIO, MA INVECE DI ENTRARE IN AREA PROVA UN PALLONETTO CHE NON IMPENSIERISCE BURIC!

30' Manovra avvolgente della squadra di Sousa, che libera Mati Fernandez sulla trequarti: il cileno carica il destro ma non trova lo specchio della porta. 

28' Scambio al limite insistito tra Verdù e Rossi, che però non riesce a liberare la mezzala viola alla conclusione. 

Schema dei gigliati su punizione che libera Pasqual alla conclusione dal limite, palla altissima. 

25' Insiste la viola, con Mati che conquista una punizione dal lato corto dell'area di rigore: ingenua la spinta di Formella sul cileno. 

24' BABACAR! Destro dalla distanza dell'ex attaccante del Modena sull'assist centrale di Rossi, ma la conclusione è troppo strozzata e termina a lato. 

23' Azione insistita della Fiorentina con Astori che apre per Rebic sulla destra, ma sul suo cross nessun compagno è ben appostato in area per concludere a rete. 

20' CHE OCCASIONE PER LA FIORENTINA! REBIC VIENE SERVITO DA TOMOVIC PERFETTAMENTE ED AZIONA IL CONTROPIEDE! ROSSI SI SMARCA CENTRALMENTE E VIENE SERVITO CON I TEMPI GIUSTI, BABACAR GLI DETTA IL PASSAGGIO ALLE SPALLE DEL DIFENSORE MA L'ASSIST E' IMPRECISO!

Nel frattempo il Basilea si è portato in vantaggio sul Belenenses. 1-0 per l'ex squadra di Sousa, che in questo momento è a quota 9 in classifica. 

17' La viola cerca molto l'azione sulle corsie laterali, con Pasqual che cerca al centro dell'area di rigore Babacar, ma il centravanti era in posizione di offside. 

15' Cross dalla destra di Tralka per Fromella, che però viene anticipato dalla pronta uscita aerea di Sepe. 

13' Torna in avanti la Fiorentina: lancio di Verdù a cambiare gioco in favore di Rebic che mette al centro dalla destra, Babacar è in ritardo e commette fallo su Kaminski. 

12' Si è leggermente affievolita la pressione viola che rispetto ai primi minuti di gara adesso è meno asfissiante. Ne approfitta il Lech per respirare e provare ad imbastire alcune trame offensive, anche se mai pericolose dalle parti di Sepe. 

9' Si fa vedere in avanti anche il Lech: la squadra polacca si guadagna una punizione sull'out di sinistra che però non viene sfruttata al meglio. Libera la retroguardia viola con Pasqual che rilancia per Verdù. 

6' Fiorentina ancora in proiezione offensiva. Rossi cerca spazio sulla destra e viene attaccato da Ceesay che lo atterra fallosamente, anche se per l'arbitro è tutto regolare e si può proseguire. 

4' Il Lech in fase di non possesso si dispone con un 4-4-2 molto stretto tra le linee, anche se la Fiorentina in questo inizio riesce a manovrare con tranquillità ed imbeccare le due punte con estrema facilità. 

2' BABACAR! CHE OCCASIONE PER LA FIORENTINA! CROSS DI MATI MOLTO TAGLIATO, MA SIA ASTORI CHE L'ATTACCANTE SENEGALESE NON RIESCONO A SPINGERE ALL'INTERNO DELLA PORTA DIFESA DA BURIC!

1' Prima incursione sulla destra di Mati Fernandez, che viene attaccato alle spalle da Tetteh. Punizione per i viola dalla trequarti offensiva. 

19.00 PARTITI! E' INIZIATA LA GARA DEL FRANCHI CON LA FIORENTINA CHE HA GIA' RECUPERATO PALLA E MANOVRA NELLE RETROVIE! 

18.59 Pasqual ha vinto il sorteggio e ha deciso di prendere il campo che da verso la curva Fiesole. Sarà dunque il Lech a dare il calcio d'avvio al match. 

18.57 Squadre che fanno l'ingresso sul terreno di gioco del Franchi accompagnate dal boato dello stadio. Discreta l'affluenza sugli spalti del pubblico gigliato.  

18.50 Dieci minuti all'inizio del match con le squadre che sono rientrate negli spogliatoi per gli ultimi preparativi in vista del match! 

18.40 Il Lech Poznan incrocia invece la strada di una squadra italiana per la quinta volta in assoluto: finora, ha rimediato 3 pareggi ed una sconfitta. Nella stagione 2008/2009, affrontò l’Udinese nei sedicesimi di finale diCoppa UEFA, pareggiando 2-2 in casa e perdendo 1-2 al Friuli; nel 2010/2011, invece, trovò la Juventus nella fase a gironi di Europa League, conquistando un 3-3 a Torino e poi impattando 1-1 al ritorno.

18.35 Il riscaldamento delle due squadre sul terreno di gioco del Franchi. 

18.30 Alcune curiosità legate ai precedenti della Fiorentina contro le squadre polacche:  la squadra gigliata, però, vanta già un precedente contro una compagine polacca: nella stagione 1999/2000, in occasione del turno preliminare di Champions League, la Fiorentina allora allenata da Giovanni Trapattoni si impose per 3-1 contro il Widzew Lodz allo stadio Franchi, in virtù delle reti di Daniele Adani (autore anche di un autogol), Sandro Cois e Rui Costa; al ritorno, i viola replicarono il successo anche in trasferta, vincendo 2-0 grazie ad i gol di Enrico Chiesa e, nuovamente, Cois. 

18.20 Queste, invece, le scelte di Urban per il Lech Poznan: Burić; Kędziora, Kádár, Dudka, Kamiński; Trałka, Holman; Tetteh, Lovrencsics, Thomalla; Formella

18.15 Ecco le scelte di Sousa, che conferma l'undici dato nella presentazione della gara. 

Fiorentina (3-5-2): Sepe, Tomovic, Astori, Roncaglia, Rebic, M.Suarez, Verdù, Pasqual, Mati Fernandez, Rossi, Babacar. All: Sousa.

18.10 In attesa delle formazioni ufficiali, andiamo a dare uno sguardo al programma di serata, con una sfida che è già iniziata alle 17. 

18.05 Inizia la nostra diretta testuale che ci porterà al calcio d'inizio della sfida con le parole del tecnico del Lech Poznan, che dopo aver saltato la conferenza stampa ieri sera, ha parlato ai microfoni del sito ufficiale dei polacchi: "Non siamo favoriti, è una partita difficile anche perché abbiamo diverse assenze. Ma voglio vedere risposte importanti da chi andrà in campo, è una bella occasione per conquistare una maglia da titolare anche in altre partite. La Fiorentina? E' fortissima, per noi è incredibile giocare contro la capolista italiana: anche se giocheranno le seconde linee sarà competitiva lo stesso. Andare avanti in Europa non sarà facile, ma vogliamo fare esperienza anche per le prossime stagioni".

18.00 Buon pomeriggio amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, della sfida valevole per la terza giornata della fase a gironi dell'Europa League 2015/2016. Dallo Stadio Artemio Franchi di Firenze Andrea Bugno e la redazione calcio di Vavel Italia vi racconteranno le emozioni della sfida tra la Fiorentina padrona di casa ed il Lech Poznan, compagine polacca. 

Partita spartiacque per la Fiorentina di Paulo Sousa, che si presenta al match tra due fuochi, quelli della Serie A, che l'han vista prima impegnata e sconfitta, a testa altissima, al San Paolo di Napoli, prima di affrontare domenica pomeriggio, sempre al Franchi, la Roma di Garcia. Situazione che ovviamente merita un occhio di riguardo per l'allenatore portoghese, che anche se non gradisce chiamare turnover l'alternanza dei protagonisti sul terreno di gioco, stasera farà ruotare gran parte del suo organico. 

La situazione nel girone

Dopo le prime due giornate il Basilea, ex squadra di Sousa, guida il gruppo I a punteggio pieno avendo battuto sia i viola che i polacchi. Fiorentina che, nonostante la sconfitta iniziale contro gli svizzeri è seconda in classifica dopo il poker inflitto al Belenenses. Lusitani e polacchi sono fermi a quota 1 dopo il pareggio per 0-0 della prima giornata. Tutto lascia presagire, soprattutto se le gare di oggi dovessero confermare i favori del pronostico, ad una qualificazione abbastanza agevole per le due compagini favorite alla vigilia. 

Basilea 6
Fiorentina 3
Lech Poznan 1
Belenenses 1

Come arriva la Fiorentina

La sconfitta di Napoli brucia ancora come si evince dalle parole di Borja Valero in conferenza stampa. Lo spagnolo ha analizzato il match contro i partenopei ed oltre agli errori commessi, ha confermato la crescita di una squadra che prima del San Paolo aveva inanellato 6 vittorie di seguito tra campionato e coppa in sette gare (in mezzo la sconfitta contro il Basilea). La squadra di Sousa arriva, nonostante il KO, con il morale a mille alla sfida di stasera, conscia delle proprie potenzialità e delle gara che andrà fatta per superare il Lech. La compagine gigliata ha mostrato che a ritmi contenuti, e non frenetici, riesce a mettere sotto scacco la maggior parte delle squadre, grazie ad un pressing organizzatissimo ed un fraseggio veloce e pungente al momento giusto. La squadra di Sousa soffre molto le squadre che tendono ad alzare i ritmi della gara, come successo contro Torino, Basilea e Napoli, ma il Lech non sembra avere le stesse caratteristiche delle tre squadre citate. 

L'ordine del giorno è dare continuità di risultati, per una squadra che ancora non ha conosciuto il pareggio (sette vittorie e tre sconfitte) e che ha stupito in apertura di stagione, come dimostra appunto il sopracitato posto da capolista in Serie A. In Europa League invece si sono viste entrambe le facce, quella bella, del bel gioco e della vivacità, che ha portato al 4-0 facile facile sul campo del Belenenses, ma anche la Fiorentina confusa e incapace di chiudere le partite, beffata dal Basilea alla prima giornata. Solo in campionato si è vista la vera Fiorentina.

Il momento del Lech Poznan

Tutt'altro che positivo il momento di forma dei polacchi, che non trovano sorrisi, in Europa come in terra di Polonia, dal lontano 23 settembre. Un mese senza vittorie, che hanno portato all'ultimo posto in classifica con 6 punti dopo 12 giornate di campionato. Inoltre, come se non bastasse, come successo anche al Napoli in occasione della trasferta danese, la compagine di Urban ha avuto problemi con il trasferimento in aereo ed è arrivata a Firenze solo nella tarda serata di ieri, con rifinitura e conferenza al Franchi che sono state annullate. 


Le ultime dai campi

Fiorentina - Nell’allenamento di rifinitura Sousa ha provato sostanzialmente una Fiorentina che giocherà col 3-5-2: in porta ci sarà Sepe, portiere di coppa sia contro il Basilea che contro il Belenenses. Solita emergenza in difesa, con lo squalificato Gonzalo Rodriguez e l’infortunato Alonso che guarderanno il match dalla tribuna del Franchi. Spazio dunque al terzetto con Roncaglia sul centro destra, Astori centrale e Tomovic sul versante mancino, anche se non è esattamente la posizione più congeniale. Davanti alla difesa torna Mario Suarez dal primo minuto con un doppio incarico. Nel terzetto di centrocampo probabile l'utilizzo di Verdù dal primo minuto, anche se Badelj è più di una valida alternativa. Mati Fernandez completerà il reparto, con Borja Valero che rifiaterà dopo le fatiche mentali e fisiche di Napoli. A destra il ballottaggio è tra Rebic, molto positivo in Portogallo, e Bernardeschi. Non è escluso che possano anche giocare assieme, ma Pasqual è favorito per un posto da titolare sull'out mancino. Davanti assieme a Babacar, ci sarà Giuseppe Rossi, tornato al gol nella trasferta lusitana. 



Lech Poznan - Nel 4-2-3-1 del tecnico Urban, la linea a quattro sarà composta da Kadar e Kamiński centralmente e da Ceesay e Douglas sulle corsie laterali. La cerniera di centrocampo dovrebbe esser formata da Lovrencsics e Trałka, con il terzetto di trequartisti Jectic, Gajos e Tetteh a sostegno dell'unica punta Hamalainen.

Probabili formazioni 

Fiorentina (3-5-2): Sepe, Tomovic, Astori, Roncaglia, Rebic (Bernardeschi), M.Suarez, Verdù, Pasqual, Mati Fernandez, Rossi, Babacar. All: Sousa.

Lech Poznan (4-2-3-1): Burić; Ceesay, Kadar, Kamiński, Douglas; Tetteh, Trałka; Lovrencsics, Jevtic, Gajos; Hamalainen. All: Jan Urban.

Le parole dei protagonisti 

Sousa - "Noi vogliamo entrare nella normalità, giocare le partite come quella con la Roma con normalità, per questo dico di lavorare tantissimo per arrivare a degli obiettivi. Vogliamo portare nel breve un qualcosa di normale, così che quando affrontiamo le partite di un certo livello possiamo ripetere alcune cose. Domani l'abitudine è giocare sempre al massimo, così anche nei confronti sulla carta più importanti creiamo qualcosa di positivo. Domani è una gara importante per tutti, per dare continuità a quello che stiamo facendo e affrontare poi un'altra partita con questo spirito". Si parla, come spesso accade in questi casi, maggiormente della gara di campionato che di quella che la viola affronterà in Europa League, con Sousa che risponde così alle domande su come affronterà la Roma e come ha visto i giallorossi ieri in Champions: "Non ho ancora visto la partita della Roma di ieri, perché mentalmente voglio essere concentrato a domani. Prima di arrivare alla Roma io ho già un report del mio avversario, così come per altre partite. Il lavoro sarà fatto dopo domani. Voglio che chi gioca domani lo faccia al massimo, per vincere la partita". Si passa alla gara contro il Lech, che potrebbe lanciare la Fiorentina immediatamente alle spalle della capolista Basilea, impegnata contro i portoghesi del Belenenses. Sousa analizza così la gara e gli aspetti che maggiormente lo preoccupano in vista di domani: "Nessuno mi ha fatto capire che non è concentrato per domani: è questo l'atteggiamento mentale che bisogna avere nelle partite. Far capire che ognuno vuole avere sempre più spazio giocando bene. Nei principi di squadra mettere la nostra mentalità, ovvero di vincere la partita fin dall'inizio. Il rischio può essere l'atteggiamento e l'attitudine individuale. Oggi una partita per vincerla deve esserci la forza tecnica ma anche della concentrazione, e la condizione fisica. Gli infortunati? Per domani conto di recuperare qualcuno, a qualcuno cercherò di dare meno minuti e qualcuno di recuperarlo da piccoli acciacchi. Ma voglio vedere la stessa identità e la stessa logica con cui stiamo giocando. A prescindere da chi va in campo. Questa è la cultura di squadra. Voglio vederlo anche domani nella partita di coppa". Dopo la buona prestazione di Rossi in Portogallo cresce l'attesa nel vedere Pepito anche a Firenze, al Franchi. Domani potrebbe essere l'occasione giusta per vedere il mancino italo-americano all'opera: "E' normale, per un giocatore che conosciamo e che la piazza ha visto giocare a livelli altissimi. Ma è normale, all'interno di questa frenesia, vedere che si sta facendo le cose per bene con lui. Sappiamo che lavorando da Moena lo riporteremo ai suoi livelli. Ma c'è bisogno di equilibrio emozionale, da parte nostra e sua, che vive per il campo. Tantissima difficoltà emozionale, è importante lavorare su questo. Questa illuminazione che lui ha nel calcio sia sempre più frequente, ma non ci deve essere frenesia. Lui sta arrivando ad essere sé stesso. Con fiducia in breve avrà anche più continuità". Dall'analisi completa di squadra si passa a quella individuale, con l'ex allenatore del Basilea che parla dei nuovi innesti, come Kuba, oltre ad analizzare la situazione legata al recupero di Pasqual: "Kuba ha esperienza, con la voglia che lui ha di lavorare e mettersi a disposizione, di dare il suo meglio, è importante per noi. E' un giocatore che viene da un anno difficile, ci stiamo lavorando per dare continuità al suo lavoro e alla sua qualità di gioco che ci ha fatto vedere in altri campi negli anni scorsi. Pasqual? Sta lavorando con noi da diversi giorni. Abbiamo fatto un certo tipo di lavoro che gli permettesse di non essere a Napoli ma che fosse a disposizione negli altri impegni. Di conseguenza domani è disponibile per aiutarci". Il portoghese chiude il suo intervento parlando delle possibilità di vedere Verdù e Babacar titolari: "Verdù ha questa possibilità, si sta inserendo molto bene, ha qualità e tecnica importante. Ha influito positivamente in tutte le partite in cui è entrato, voglio portare tutti ad un livello ottimale così che possiamo insieme vincere le partite. Babacar? Ognuno ha le sue caratteristiche, noi aiutiamo tutti per migliorarsi da un punto di vista tattico, per avere più capacità e più argomenti per aiutare la squadra e sé stessi. Stiamo lavorando su questo, lui ha caratteristiche chiare, si sta dando da fare e sta migliorando. La continuità lo renderà migliore di quanto è già oggi".



Borja Valero"C'è rabbia, perché ce la siamo giocata in un campo caldissimo, pieno di tifosi. E' un peccato non prendere punti, e poter essere con più punti in classifica. Però prendiamo le cose positive, perché abbiamo fatto bene, e quelle negative per migliorarci. Se siamo più forti dopo il Napoli? Io la certezza di essere forte l'avevo anche prima del Napoli. So la squadra che siamo, i giocatori, so che possiamo far bene su ogni campo contro chiunque. Certo che dopo una gara del genere, in cui prendi complimenti, ti dà forza per le partite successive". Il regista offensivo iberico ha successivamente parlato degli errori commessi al San Paolo, oltre ad escludere di fatto la possibilità che domani si pensi alla Roma e di riposare in vista di quella gara: "Succedono, specie in queste partite. In altre partite non ti portano a perdere punti, come successo con l'Atalanta, che Tata ci ha salvati. Ma sono cose che succedono, abbiamo perso per quello che siamo. Noi siamo questi, giochiamo così. Può succedere, può costare punti ma speriamo non succeda altre volte. Roma? Non ci pensiamo, il mister sa che la partita importante è quella di domani. Non ho visto la Roma ieri. Riposare domani in vista della Roma? No, non me ne frega niente... se dovrò farlo correrò e giocherò domani". Si passa all'analisi della sfida di domani ed alle insidie che può presentare la sfida contro i polacchi: "In Europa League non sono mai partite facili, lo abbiamo visto nella prima partita. Dobbiamo stare attenti per stare concentrati e fare la partita pefetta. Vogliamo i tre punti. Il Lech? Se sono in Europa, è perché hanno fatto qualcosa di buono per arrivarci. Non diciamo però cosa abbiamo visto in video.. non vogliamo agevolarli". Lo spagnolo viene interrogato, successivamente, sulle condizioni diGiuseppe Rossi, che domani potrebbe scendere in campo dal primo minuto dopo il gol realizzato in Portogallo al Belenenses: "Lo vedo benissimo, si sta allenando bene. Chiediamo di avere pazienza tutti, perché deve riprendersi da un infortunio molto grave, riprendere il ritmo. Ma spero che torni al suo livello, sarà una cosa bellissima per la Fiorentina perché è un giocatore top".