Babacar: "Posso fare di più, resto a Firenze almeno fino al 2018"

Babacar è stato un po' chiuso dall' esplosione di Kalinic. Il classe '93, però, punta a fare sempre meglio con la Fiorentina che non ha intenzione di lasciare a breve.

Babacar: "Posso fare di più, resto a Firenze almeno fino al 2018"
Babacar, attaccante classe '93

Si pensava che per Babacar questa sarebbe stata la stagione della svolta, in senso però assolutamente positivo. A causa di un infortunio e delle prestazioni di Kalinic, però, il senegalese ha trovato meno spazio di quello che ci si poteva aspettare. Lo stesso Babacar, però si dice tranquillo e pronto a fare sempre meglio già a partire da questo inizio di 2016.

La conferma arriva ai microfoni di Tuttosport: "So che posso e devo fare di più, l'importante è avere continuità. Al 2016 chiedo di giocare di più e fare bene per me e soprattutto per la mia squadra. Ovviamente è l'allenatore che decide e le scelte come sempre vanno rispettate. In panchina ci va pure il capitano dell'Inter e allora non resta che darci sotto e lavorare sodo." Come stanno facendo altri ragazzi come lui del 1993 in tutta la Serie A: "E' il momento dei '93? Vero, una bella generazione. Pogba ormai è una certezza. E Dybala sta facendo benissimo. Non dimentico l'amico Nastasic, uno forte." Nonostante la poca continuità di questo inizio di stagione il mercato non si è dimenticato di lui, ma Babacar ha le idee chiare sulla sua permanenza alla Fiorentina"Sampdoria, Liverpool, West Ham,Leicester sono interessate? Ringrazio, ma io voglio restare a Firenze e tagliare il traguardo dei 10 anni in viola. Poi si vedrà. Sono arrivato qui a 15 anni, nel 2008. Almeno fino al 2018 non avrei intenzione di muovermi, a meno che la società non decida altrimenti. Ho anche un opzione al 2020. Ho tutto il tempo per trovare qui il mio spazio e provare a vincere in quella che è la mia città da quando ho lasciato il Senegal. Vincere a Firenze sarebbe la cosa più bella."

Tra obiettivi personali e quelli di squadra, Babacar vede la Fiorentina in lotta per qualcosa di importante ad una condizione: "A patto di continuare così, come abbiamo fatto finora. Inter, Napoli, Juve e Roma sono tutte squadre forti. Nessuna, però, ci ha messo davvero sotto, neppure quando ci ha battuto. Classifica marcatori? Penso che la vincerà Higuain e francamente se lo meriterebbe, è un grande bomber. Però sarà una bella lotta con Kalinic. Vorrei fare il gol che regala alla Fiorentina lo scudetto. Va bene anche di stinco, in mischia, con un rimpallo. Basta farlo." Inevitabili due parole sul suo compagno Bernardeschi"Bernardeschi sta disputando una grande stagione. Gli voglio bene e sarei felice se andasse agli Europei. Bayern Monaco e Barcellona? Se un allenatore come Ancelotti ti vuole o un top club ti chiama è difficile dire di no. Federico deve continuare così, poi a giugno vedrà. Naturalmente io mi auguro non vada via, così resta accanto a me."