La Fiorentina non stecca, tris al Palermo

I viola affondano il Palermo battendolo per 1-3 nel segno di Ilicic, autore di una doppietta, e di Blaszczykowski. Inutile il gol di Gilardino per i rosanero.

La Fiorentina non stecca, tris al Palermo
Palermo
1 3
Fiorentina
Palermo: PALERMO (4-3-1-2) : SORRENTINO; STRUNA, GOLDANIGA, ANDELKOVIC, LAZAAR; HILJEMARK (61' GILARDINO), JAJALO, CHOCHEV (46' MORGANELLA); BRUGMAN; VAZQUEZ, TRAJKOVSKI (75' QUAISON). ALL.: BALLARDINI
Fiorentina: FIORENTINA (3-4-2-1) : TATARUSANU; RONCAGLIA, G.RODRIGUEZ, ASTORI; BERNARDESCHI (71' TOMOVIC), VECINO, BADELJ, MARCOS ALONSO; BORJA VALERO, ILICIC (60' BLASZCZYKOWSKI); KALINIC (91' PASQUAL). ALL.: PAULO SOUSA
SCORE: 0-1, 13' ILICIC; 0-2, 42' ILICIC; 1-2, 77' GILARDINO; 93' BLASZCZYKOWSKI
ARBITRO: DAMATO (ITA) AMMONITO : STRUNA, MORGANELLA, BRUGMAN; BERNARDESCHI, BADELJ, BORJA VALERO
NOTE: Match valido per la diciottesima giornata di Serie A e che si disputa allo stadio Renzo Barbera di Palermo il 6 gennaio alle 15:00

La ripresa del campionato in seguito alla sosta natalizia nasconde spesso delle trappole per le big del campionato, ma la Fiorentina inizia il proprio 2016 come aveva terminato l'anno precedente : una vittoria convincente, senza particolari sofferenze, mantenendo le posizioni alte della classifica, grande prestazione del mattatore di giornata, Ilicic, che realizza una doppietta. Lo stesso principio vale per il Palermo, che però da seguito alla sconfitta in casa della Sampdoria; ancora troppo altalenante il rendimento dei rosanero dopo l'arrivo di Ballardini, che ora si trova a rischio esonero.

Il Palermo vuole abbandonare definitivamente la zona retrocessione e Ballardini per ottenere il bottino pieno si affida a un 4-3-1-2, in cui Brugman funge da trequartista alle spalle di Vazquez e Trajkovski, preferito a Gilardino; la Fiorentina invece con i 3 punti si porterebbe momentaneamente al comando della classifica in attesa dei risultati di Inter e Napoli, Paulo Sousa si affida ai soliti interpreti, con Borja Valero e Ilicic alle spalle di Kalinic.

Dopo un avvio di match apparentemente equilibrato è la viola a trovare il colpo vincente al 13', grazie ad un contropiede nel quale l'ex Ilicic si presenta a tu per tu con Sorrentino insaccando il vantaggio. I padroni di casa subiscono il colpo, mancando la reazione, e cosi' gli ospiti ne approfittano per imporre i propri ritmi, amministrando senza problemi e creando altri grattacapi all'estremo difensore rosanero. Al 42' ancora Ilicic carica un sinistro a giro che si infila sul primo palo e indirizza ancora di più la partita in un binario favorevole ai ragazzi di Sousa, che terminano perciò il primo tempo in vantaggio per 2-0 senza troppa fatica, Palermo mai pericoloso.

La ripresa presenta un Palermo leggermente più in palla, che però fatica spaventosamente a creare delle vere e proprie occasioni; al 61' Ballardini si gioca la carta Gilardino (che subentra al posto di Hiljemark) ed è proprio l'attaccante trentatreenne a sfruttare un cross di Vazquez e realizzare di testa il gol della speranza per i padroni di casa. Il Palermo prova invano l' assalto, ma la Fiorentina a un minuto dal termine chiude definitivamente la partita con il subentrato Blaszczykowski.

I viola sono momentaneamente primi a 38 punti, in attesa dei risultati di Napoli e Inter; il Palermo rimane al sedicesimo posto con 18 punti, a solo +3 sulla zona retrocessione.