Europa League: la Fiorentina a caccia del successo

Vincere (o pareggiare almeno 2-2) significherebbe, per gli uomini di Sousa, passaggio del turno e bellissima iniezione di fiducia in vista dei successivi impegni. Il Tottenham è però avversario sapiente, occhio ad affrontare la sfida nel giusto modo.

Europa League: la Fiorentina a caccia del successo
Europa League: la Fiorentina a caccia del successo

Corsi e ricorsi storici, direbbe Giambattista Vico. Così come un anno fa, infatti, la Fiorentina di Paulo Sousa si ritrova a giocarsi il passaggio del turno contro il temibile Tottenham Hotspurs e con l'1-1 dell'andata. A differenza del 2015, però, la gara decisiva si giocherà in casa degli avversari, il caldissimo White Hart Lane da sempre fortino inespugnabile per qualsiasi compagine italiana. I Viola infatti, avendo subito gol a Firenze, saranno ora chiamati a pareggiare segnando almeno una marcatura o, addirittura, a vincere. Una mission quasi impossible per una squadra che, però, ha dalla sua uno stato di forma incredibile ed un filotto di risultati vincenti da prima della classe. Certo, anche gli Spurs sono reduci da una prima parte di anno stellare ed un'acquisita mentalità vincente, ma darsi per sconfitti ancor prima del fischio d'inizio rappresenterebbe il primo passo verso una rotta dolorosa e che decreterebbe la fine del sogno europeo.

Statisticamente parlando, Fiorentina e Tottenham si sono incrociate solo quattro volte, con due pareggi ed una vittoria ambo le parti. L'unico successo viola è stato anche il più gustoso, quell'incredibile 2-0 che permise a Montella e soci di proseguire nella seconda competizione continentale europea. Domani però il discorso sarà diverso, così come ogni gara di coppa risulta essere una storia a sè. I viola infatti dovranno affrontare la sfida aggredendo immeditamante gli avversari, spingendoli costantemente verso la loro area di rigore ed evitando, però, di lasciare sguarnita la propria retroguardia. Dal canto loro, invece, il Tottenham proverà a limitare la trequarti toscana, da sempre punto di forza del collettivo guidato da Sousa. L'uomo chiave della gara potrebbe essere Borja Valero, l'unico dotato di classe mista a velocità di pensiero tale da scompigliare una difesa avversaria molto organizzata. Non è un caso, infatti, che gli Spurs abbiano in campionato la miglior difesa, con soli venti gol al passivo. Ecco infine le probabili formazioni, con scelte praticamente annunciate già da qualche tempo a questa parte.

TOTTENHAM (4-2-3-1): Vorm; Trippier, Anderweireld, Wimmer, Davies; Carroll, Mason; Chadli, Eriksen, Alli; Son.
Indisponibili: Vertonghen, Dembelé, Njié, Kane. All: Pochettino

FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori, Alonso; Badelj, Borja Valero; Balszczykowski, Zarate, Bernardeschi; Kalinic.
Indisponibili: Benalouane. All: Sousa