Tello: "Al Porto non giocavo per questo ho cambiato. A Firenze mi trovo bene"

Cristian Tello parla dei motivi che lo hanno spinto a lasciare il Portogallo e ad abbracciare il progetto della Fiorentina.

Tello: "Al Porto non giocavo per questo ho cambiato. A Firenze mi trovo bene"
Cristian Tello, attaccante della Fiorentina. Fonte: weloba,com

Cristian Tello è stata una scommessa da parte della Fiorentina di Paulo Sousa durante il mercato di riparazione dello scorso Gennaio. L'attaccante esterno scuola Barcellona aveva impressionato molti se non tutti alle sue prime apparizioni con i blaugrana. Alcune esperienze in giro per l'Europa ne avevano un pochino fatto perdere le tracce.

Ai microfoni di Radio Onda Cero Tello ha parlato così della scelta di lasciare il Porto per venire in Italia a giocare in Serie A: "Qua mi hanno accolto super bene. Soprattutto Borja Valero mi ha aiutato molto dal primo momento. Al Porto non stavo giocando, per questo ho deciso di cambiare. La Fiorentina ha sempre mostrato grande interesse nei miei confronti. Futuro? Vedremo, l'importante è giocare." Intanto, però, il rapporto con Paulo Sousa sta funzionando bene: "Alla Fiorentina sto bene e con Sousa sto imparando moltissimo. Il mister diventerà un grandissimo allenatore, con lui mi trovo bene perché vuole una squadra forte in attacco." Parole di elogio anche per il livello del nostro campionato: "La Serie A è un campionato molto competitivo e io mi sento davvero a mio agio. Sono convinto di aver preso un'ottima decisione."

Prima di pensare al futuro e alla prossima stagione, per Tello c'è da concludere questa di annata: "Non voglio pensare a cosa succederà quando finirà la stagione, ora cercheremo di fare il meglio possibile in campionato e quanto più in alto arriveremo tanto meglio sarà per me. In Europa League non abbiamo avuto fortuna, siamo usciti contro una squadra che si sta giocando la Premier." Uno sguardo anche al passato catalano: "Mi manca la squadra, la Masia e i tanti amici che ho là, ma alla Fiorentina posso mettermi in mostra. Casillas? Lo vedo bene in Portogallo, molto più rilassato. Il Clasico? Spero vinca il Barça, non importa chi segnerà."