Fiorentina, stasera amichevole con il Cesena senza parecchi big. Fiducia per il ritorno di Tello

Paulo Sousa pronto a vedere all'opera tanti ragazzi nell'amichevole contro il Cesena.

Fiorentina, stasera amichevole con il Cesena senza parecchi big. Fiducia per il ritorno di Tello
La Fiorentina in ritiro, fassa.com

Al termine del ritiro di Moena, Paulo Sousa si era detto soddisfatto del lavoro che la squadra aveva svolto nei giorni passati in montagna, benzina da mettere nelle gambe per la stagione, schemi e sistemi di gioco da mandare a memoria in vista del campionato.

Dopo le amichevoli contro squadre di dilettanti disputate a Moena, la Fiorentina è pronta a misurarsi con avversari di altra caratura e spessore. Il primo, nell'ordine, sarà questa sera il Cesena allo stadio Manuzzi. Un primo test di un certo peso, contro una formazione di Serie B che però ha ambizioni importanti in vista della prossima stagione. Paulo Sousa, però, sceglie di non portare diversi giocatori per questa sfida, in attesa di quella con il Celta Vigo al Franchi di Domenica. Di seguito l'elenco dei convocati: Alonso, Badelj, Babacar, Baez, Bagadur, Chiesa, Diakhate, Diks, Gilberto, Hagi,  Kalinic, Lezzerini, Mancini, Satalino, Tatarusanu, Toledo, Tomovic, Vecino, Zanon, Zarate, Salifu, Bangu, Minelli. Da evidenziare la presenza immediata dell'ultimo arrivato Toledo che probabilmente avrà qualche minuto per iniziare a mettersi in mostra. A riposo, invece, Borja Valero, Rossi e Ilicic fra gli altri.

Christian Tello, europacalcio.com
Christian Tello, europacalcio.com

Sul fronte mercato, invece, Corvino continua a lavorare sui giovani, in attesa di risolvere la situazione di Gomez e capire bene le intenzioni di Badelj. In entrata la Fiorentina è al lavoro per riportare a Firenze Tello, già visto in viola nella seconda parte della passata stagione. I viola sono convinti di poter chiudere per un prestito con diritto di riscatto fissato a tre milioni e mezzo di euro. Decisiva la volontà di Tello di tornare in Italia per battere la concorrenza in arrivo da Inghilterra e Spagna, agguerrita e con maggiore disponibilità economica di quella a disposizione di Corvino oggi.