Fiorentina, Sousa commenta il pari in casa dell' Udinese: "Abbiamo fatto errori, dobbiamo lavorare"

Le parole del tecnico portoghese a fine partita: "Buona prestazione e buoni segnali di Bernardeschi che fanno bene alla sua crescita mentale".

Fiorentina, Sousa commenta il pari in casa dell' Udinese: "Abbiamo fatto errori, dobbiamo lavorare"
Fiorentina, Sousa commenta il pari in casa dell' Udinese:" Abbiamo fatto errori, dobbiamo lavorare" twitter.com

La Fiorentina pareggia 2 a 2 contro l'Udinese. Alle reti di Zapata e Danilo hanno risposto prima Babacar e poi Bernardeschi su rigore.

2 volte in svantaggio, i viola di Paulo Sousa riescono, pur giocando male a riportarsi in parità e a portare a casa un punto prezioso: "Abbiamo buttato via i primi trenta minuti, controllando la gara senza fare male agli avversari - il commento del tecnico portoghese a fine partita - Le loro punte hanno lavorato molto bene. Abbiamo recuperato per due volte e questo è un ottimo segnale. Però non voglio più che succeda di buttare trenta minuti. Bisogna sfruttare tutta la partita. Noi vogliamo migliorarci contro grandi squadre. L’Udinese aveva tanti giocatori dietro la linea della palla, non avevamo profondità offensiva".

E ancora: "Manchiamo ancora nei cross laterali, nei cross giusti. Ci stiamo lavorando, nell’incidere sia sulle corsie sia nell’ultimo passaggio centrale. Anche oggi troppo frenetici lì nell’ultimo passaggio. Bernardeschi? Sono contento, questi momenti aiutano la crescita mentale di ogni giocatore. Lui sta lavorando per questo, sta crescendo anche a livello di condizione. Deve migliorare quando gioca centralmente".

Anche Babacar è intervenuto a fine partita: "Il tacco? C'ho pensato subito, sono contento di esserci riuscito. Abbiamo fatto un buon secondo tempo, è un buon punto. Dobbiamo solo migliorare come ha detto il mister. Potevamo vincere, abbiamo dato tutto. Dobbiamo continuare a lavorare. Il gol? Un gol normale come altri, sono contento. Cerco di fare il meglio. Domenica ci aspetta una grande squadra, ma noi ci siamo. Nell’intervallo abbiamo parlato chiaro, dovevamo cercare le punte e così è stato fatto nel secondo tempo. Speriamo che questa partita ci sia da lezione. Tutti mi hanno aiutato per fare questo salto di qualità che devo fare, il mister mi ha sempre detto cosa fare. Ho sempre pensato di rimanere".