Fiorentina, Cognigni: "Non possiamo dire ai tifosi che blinderemo Bernardeschi"

Il presidente esecutivo della Fiorentina Cognigni non rassicura la piazza sul futuro di Bernardeschi

Fiorentina, Cognigni: "Non possiamo dire ai tifosi che blinderemo Bernardeschi"
Mario Cognigni, gazzetta.it

La stagione della Fiorentina è in chiaroscuro, ma una delle luci che più si sono accese tanto in campionato quanto in Europa League è quella di Federico Bernardeschi. Prodotto del settore giovanile viola, il numero 10 sta disputando una stagione importante sotto la guida di Paulo Sousa. Nonostante qualche incomprensione iniziale, i due ora sembrano aver trovato un equilibrio importante nel loro rapporto, situazione di cui la squadra ha sicuramente beneficiato, a prescindere dai risultati arrivati sul campo.

Un giocatore come Bernardeschi per forza di cose attira le attenzioni di club che in questo momento hanno obiettivi più alti rispetto a quelli della Fiorentina e la piazza si aspetterebbe quantomeno che la società viola facesse di tutto per trattenere il più a lungo possibile il numero 10 a Firenze. Da questo punto di vista non possono lasciare troppo tranquilli le parole del presidente esecutivo viola Mario Cognigni a Italia 7 sulla questione: " Il futuro di Bernardeschi? Non possiamo ancora dire ai tifosi che blinderemo Bernardeschi. Dobbiamo scappare da questo luogo comune. Federico è un giocatore importante che ha manifestato la volontà di restare a Firenze. La Fiorentina non si può identificare in un solo soggetto, la Fiorentina deve essere una società che è in grado puntualmente di riqualificarsi, di trovare degli elementi che tengono notevolmente alla maglia."

Federico Bernardeschi, europacalcio.it
Federico Bernardeschi, europacalcio.it

Non proprio musica per le orecchie dei tifosi viola. Cognigni parla anche della rosa della Fiorentina: "Allestire una rosa per lottare il quarto posto? Dall'anno prossimo anche in Italia sarà obbligatorio il FPF, ci saranno delle regole restrittive per tutte le squadre, anche quelle che non parteciperanno all'Europa League. Sicuramente la Fiorentina non si è mai sottratta a nessun impegno che possa prevedere il raggiungimento di competizioni superiori alle proprie dimensioni. La società ha ambizioni superiori alle proprie dimensioni, ma questo è un pregio, non un difetto. Noi siamo riusciti negli ultimi anni ad ottenere posizioni superiori alla nostra dimensione." La presentazione del progetto del nuovo stadio è sintomo di voglia di crescere verso una dimensione diversa per la Fiorentina, ma Bernardeschi sembra essere un tassello imprescindibile per rendere più concreto questo tipo di obiettivo.