Fiorentina-Di Francesco, l'accordo si avvicina

La società viola, secondo La Nazione, avrebbe offerto un triennale al tecnico del Sassuolo.

Fiorentina-Di Francesco, l'accordo si avvicina
Fiorentina-Di Francesco, l'accordo si avvicina, www.sassuolocalcionews.it

Il sogno di una qualificazione in Europa League, che sembrava un'ipotesi assurda solo qualche settimana fa, si sta concretizzando grazie agli ultimi risultati positivi -  e negativi degli avversari -, ma in casa Fiorentina l'attenzione è sempre focalizzata su ciò che accadrà in estate.

L'attuale tecnico, Paulo Sousa, continua ad essere bersaglio di contestazioni da parte dei tifosi ed è praticamente certo il suo addio, direzione - forse - Borussia Dortmund.  In attesa di decidere il destino di alcuni giocatori, si ragiona sul sostituto del portoghese: da tempo il preferito di Pantaleo Corvino è Eusebio Di Francesco. L'allenatore del Sassuolo è il più serio candidato a sedersi sulla panchina viola nella prossima stagione ed ora, a supportare le voci, ci sarebbe anche un'offerta.

Secondo il quotidiano La Nazione, la dirigenza del club gigliato avrebbe fatto pervenire all'ex calciatore di Roma e Piacenza una proposta sulla base di un contratto triennale, con opzione per il quarto anno, e ci sarebbe anche già l'ok dello stesso Di Francesco; non sono ancora note le cifre sull'ingaggio. Resta da convincere il Sassuolo, con cui il tecnico pescarese ha un rapporto in essere fino al 30 giugno del 2019: i neroverdi potrebbero convincersi a liberarlo mediante l'inserimento di contropartite tecniche, ed è delle ultime ore la notizia di un forte interessamento della Fiorentina nei confronti di Pol Lirola, terzino spagnolo di proprietà però della Juventus.

Di Francesco glissa, dicendo di essere concentrato esclusivamente sul Sassuolo, ma è inevitabile che dopo ottime stagioni in Serie A, culminate con la qualificazione in Europa League nello scorso campionato, possa pensare di fare un passo avanti, in una piazza più ambiziosa ed anche più esigente come quella di Firenze. Se non dovesse concretizzarsi questa ipotesi, in lizza rimarrebbero Stefano Pioli, ancora incerto sulla sua permanenza all'Inter, Rolando Maran, più defilato, oppure Roberto Donadoni, appena battuto con il suo Bologna al Franchi.