Fiorentina: Sousa prepara la sfida contro la Lazio, sirene italiane per Kalinic e Rodriguez

L'attaccante croato ha ingolosito il Milan, mentre è il difensore argentino sarebbe ottimo per la Lazio, secondo De Sisti. Prima di firmare, inoltre, Federico Bernardeschi vorrebbe garanzie tecniche.

Fiorentina: Sousa prepara la sfida contro la Lazio, sirene italiane per Kalinic e Rodriguez
Source photo: corrieredellosport.it

Non una stagione felice, per la Fiorentina di Paulo Sousa, ancora in corsa per un sesto posto che significherebbe preliminari d'Europa League. A soli tre punti dal Milan, ad oggi qualificato, i viola cercheranno dunque di conquistare il prezioso obiettivo, rendendo positiva un'annata iniziata male e conclusa peggio, con numerosi problemi interni che hanno  destabilizzato l'ambiente. Per continuare a sognare, comunque, i toscani dovranno vincere contro la Lazio, collettivo in forma ma con la testa verso la finale di Coppa Italia, che potrebbe distrarre e non poco i ragazzi di Inzaghi.

Una sfida non da poco e con un squadra molto forte, da affrontare in maniera lucida ed attenta. Conscio della delicatezza della gara, Paulo Sousa ha serrato le fila dei suoi, allenando la rosa senza le distrazioni dei tifosi, chiudendo cioè le porte del centro d'allenamento. Su tutti, particolarmente in forma è apparso Federico Bernardeschi che, prima di unirsi fino al 2021 con la Fiorentina, vorrà sicuramente capire i piani di Stefano Pioli, molto probabilmente il prossimo allenatore della Fiorentina. Settimane dunque decisive, dalle parti della Fiesole, in cui Kalinic e compagni capiranno fin dove potranno ambire nella prossima stagione.

In ottica mercato, probabile partente dovrebbe essere Nikola Kalinic, cedibile ad una cifra non inferiore ai trenta milioni di euro. Su di lui dovrebbe essere forte l'interesse del Milan, deciso a ricostruire una frase partendo proprio da un bomber di peso. Molto forte, inoltre, anche l'interesse di vari club europei per Gonzalo Rodriguez, che ha raggiunto una maturità tattica tale da potersi giocare le proprie chance in una società importante. Proprio parlando dell'argentino, ne ha tessuto le lodi De Sisti, che lo ha indicato come candidato numero uno per migliorare la difesa laziale: "Colonna portante della Fiorentina. Vai a capire se non vuole più restare. Se fosse così giusto che parta. È un comandante, un piccolo Passarella. È stato uno forte per quanto concerne la fase difensiva e se deve dare la scarpata lo fa. In più sa anche giocare il pallone. Credo che per la Lazio sarebbe un ottimo affare".