Fiorentina - Al passo d'addio Bernardeschi e Kalinic. Le ultime su Caprari, Simeone e Pavoletti

Tanti nomi in orbita viola: sliding doors in Toscana, la rosa verrà cambiata in maniera radicale nella prossima estate. Tutte le piste più calde.

Fiorentina - Al passo d'addio Bernardeschi e Kalinic. Le ultime su Caprari, Simeone e Pavoletti
Federico Bernardeschi, attaccante della Fiorentina sempre più lontano dal proprio club. | fiorentinanews.com

Ormai il calciomercato infiamma i sogni dei tifosi e i telefoni dei rappresentanti delle varie dirigenze dei club di Serie A. Anche se la possibilità di effettuare trasferimenti in maniera ufficiale ci sarà solo da Luglio, le varie squadre si stanno già muovendo per rinforzarsi in vista della prossima stagione.

Non fa eccezione la Fiorentina, piuttosto attiva nelle ultime ore. Definita la trattativa con il laterale Gaspar, e sempre più vicini Karamoh e Diallo, Corvino si sta attivando per continuare questo restyling della rosa sempre più evidente. Una rivoluzione che partirà dalle uscite, anche se si tratterà di uscite importanti: in questo senso, il giocatore più sacrificabile sembra essere Federico Bernardeschi. L'attaccante si sente pronto per il salto in una piazza più importante e perciò ogni giorno che passa si avvicina a rifiutare il rinnovo contrattuale propostogli dai vertici del club di Firenze; ovviamente, sono vari i club che sarebbero interessati a questo acquisto, con Inter e Juventus in pole ma anche all'estero questo profilo è molto appetito. A questi interessi, i viola hanno risposto senza fare sconti: servono 50 milioni per il talento che oggi veste la numero 10. I bianconeri sono proprio la squadra che pare abbiano fatto l'offerta più vantaggiosa, di circa 40 milioni di euro più bonus, ma essendo la Vecchia Signora una squadra rivale, i Della Valle hanno poca voglia di dare via il proprio uomo-simbolo ad essa e piuttosto preferirebbero altre piste. Situazione che verrà comunque verrà risolta a breve: c'è un prezzo, un tesserato che ha voglia di cambiare aria e un ambiente che non ha alcuna intenzione di frenarlo in quest'intento.

Altra uscita piuttosto rilevante, anche se meno "voluta" dalle parti della Toscana, sarebbe quella di Nikola Kalinic. Il croato ha rifiutato a gennaio una mega-offerta dalla Cina, ed infatti la sua destinazione sarebbe Milano, sponda Milan. I rossoneri sono infatti piombati sull'ex Dnipro e nei prossimi giorni presenteranno una richiesta di acquisto di 20 milioni circa, contro la richiesta da parte del club detentore del cartellino di 10 milioni superiore. Questo centravanti sarebbe l'ideale per Montella e la forbice fra domanda e offerta non è particolarmente ampia: le sensazioni a riguardo sono positive, anche perchè l'atleta stesso, pur non avendo trovato alcun accordo in merito, avrebbe già dato il proprio ok per un trasferimento in Lombardia.

Incassato questo tesoretto piuttosto importante, che nel totale sarebbe fra i 70 e gli 80 milioni di euro, ecco che dalla Fiorentina partirebbero offerte verso giovani talenti per garantire a Pioli nella stagione che verrà una rosa di livello. Per quello che riguarda l'acquisto di un' ala, nelle ultime ore è balzata in quel di Firenze l'idea Gianluca Caprari: con la maglia del Pescara nell'ultima stagione, il giocatore di proprietà dell'Inter ha realizzato 9 gol. Uno score che lascia trasparire una stagione di più ombre che luci, ma che comunque ha fatto rimanere vive le speranze di un'esplosione definitiva di questo talento. Entra qui in gioco il parere di Luciano Spalletti a riguardo: se il tecnico dovesse dare il proprio ok alla cessione, ecco che la trattativa diverebbe ben più semplice e si svolgerebbe su cifre basse, attorno ai 10 milioni di euro se non meno. L'ex Roma potrebbe anche essere utilizzato come contropartita nella trattativa che potrebbe portare Bernardeschi in nerazzurro: ad oggi questa rimane solo un'ipotesi.

Per quello che invece concerne il discorso sulla punta, i nomi in primo piano sono due. La priorità ad oggi si chiama Giovanni Simeone: l'argentino è reduce da un campionato anche per lui a corrente alternata: formidabile nella prima parte e scadente nella seconda. Il figlio d'arte argentino è un nome che piace a tutti a Firenze ed il gradimento è ricambiato; potrebbe dunque giungerci per una cifra intorno ai 15 milioni di euro dal Genoa, che non chiede nulla in più. Una trattativa sulla carta "semplice", ma non scontata: nel calciomercato può succedere di tutto. Perciò, prima si aspetterà la cessione di Kalinic. L'alternativa al figlio d'arte sudamericano sarebbe Leonardo Pavoletti, centravanti di peso oggi in forza al Napoli dopo aver vissute un paio di buone stagioni in Liguria. Arrivato per 18 milioni in Campania a gennaio, in questi mesi l'attaccante ha deluso parecchio e pare oggi più che mai fuori dal progetto tecnico. Si profila dunque una ghiotta occasione di mercato: 15 milioni di euro la richiesta dei partenopei, in questo caso i toscani vorrebbero trattare ed i margini sembrano esserci. Resta da conoscere il punto di vista del calciatore stesso: probabilmente, ne sapremo di più solo se Simeone dovesse rifiutare la Fiorentina.