Fiorentina: Pioli attende rinforzi, Matias Vecino si candida a diventare una bandiera

Il centrocampista uruguayano sta cercando di convincere Pioli, pronto a renderlo un perno della sua rosa, in attesa dei rinforzi.

Fiorentina: Pioli attende rinforzi, Matias Vecino si candida a diventare una bandiera
Source photo: metropolisweb.it

"Mi è stata promessa una squadra competitiva". Non usa giri di parole Stefano Pioli, neo-tecnico della Fiorentina incaricato di far ripartire una rosa addormentatasi sotto la seconda gestione di Paulo Sousa. Intervistato in esclusiva da tuttomercatoweb.it, il tecnico ex Inter lancia un chiaro segnale alla società, confidando in un mercato di spessore nonostante le eventuali cessioni eccellenti. "Non è questione di restarci male o meno - ha sottolineato Pioli in merito alla questione-Bernardeschi io ci ho parlato dopo la mia firma comunicandogli le mie idee. Ogni allenatore vuole allenare giocatore forti e mi piacerebbe lavorare con lui così come Kalinic, ma nel calcio moderno le motivazioni faranno la differenza".

A proposito di Kalinic, altro partente, importanti le parole del tecnico: "Lo aspetto in ritiro. E' un giocatore che mi piacerebbe allenare, devo capire le sue intenzioni e motivazioni parlandoci". Ciò che preme l'ex tecnico della Lazio, è l'innesto di nuovi giocatori, che andrebbero a rinforzare una rosa obbligata a soddisfare una tifoseria delusa dal clima di smantellamento che, partendo dai Della Valle, sembra coinvolgere l'intera rosa. Tra tante notizie negative, c'è la richiesta ufficiale al Paris Saint-Germain per Jesè Rodriguez: secondo Fox Sport, l'esterno è stato chiesto in prestito con diritto di riscatto, modalità d'acquisto che potrebbe convincere i francesi. In seguito, i viola dovranno convincere l'esterno sotto il profilo dell'ingaggio. 

Nella giornata di oggi, oltre al ritorno dei big, sessione di allenamento in palestra per i viola, con Pioli che ha apprezzato l'impegno di Vecino, pronto a diventare un vero e proprio perno sia della mediana che dell'intera rosa fiorentina. Con Badelj poco convinto di continuare sotto la Fiesole, l'ex Cagliari ed Empoli dovrà necessariamente implementare le proprie prestazioni, in attesa di un compagno di reparto voglioso di fare bene. Da valutare, inoltre, l'impatto di Babacar, pronto a convincere il nuovo allenatore prima di dover ancora battagliare per un posto fa titolare con il nuovo bomber, che i tifosi sperano essere un profilo di spessore.