Fiorentina: Saponara torna in gruppo mentre Mati Fernandez rescinde

Pioli ritrova il trequartista ex Empoli che si è allenato regolarmente in gruppo sperando in una convocazione per domenica. Intanto Mati Fernandez rescinde il contratto con la Fiorentina per trasferirsi in Messico.

esultanza saponara (fonte foto fantamagazine.com)

Finalmente Riccardo Saponara. E' arrivata l'ora del trequartista ex Empoli in una Fiorentina che ha bisogno di certezze dopo il deludente inizio di stagione. Il talento romagnolo viene da una stagione caratterizzata da molti alti e bassi ma Stefano Pioli punta sulle sue qualità in un ruolo nevralgico come quello del trequartista del suo 4-2-3-1.

Saponara ieri è tornato ad allenarsi in gruppo sostenendo l'intera seduta. Sarà molto difficile vederlo in campo dall'inizio domenica prossima con il Verona, ma probabilmente il fantasista otterrà la sua prima convocazione e non è escluso di vederlo in campo a partita in corso. Considerato l'infortunio di Eysseric, Pioli sta pensando di lanciare subito titolare il neo acquisto Cyril Thereau nel ruolo di trequartista alle spalle del "Cholito" Simeone con ai lati Chiesa e uno tra Gil Dias e Benassi. Per il resto non dovrebbero esserci grandi cambiamenti se non sulla fascia destra difensiva con il probabile esordio dall'inizio per il francese Laurini al posto di Tomovic trasferitosi al Chievo.

Nel frattempo la Fiorentina ha ufficializzato l'addio di Mati Fernandez dopo 5 stagioni. Il trequartista cileno, reduce l'anno scorso dal prestito infruttuoso al Milan, ha rescisso il contratto con il club viola per trasferirsi in Messico al Club Necaxa. Ecco il comunicato apparso sul sito ufficiale della Fiorentina: "ACF Fiorentina comunica di aver risolto consensualmente il contratto con Matias Ariel Fernandez (classe '86) per permettere al calciatore di trasferirsi al Club Necaxa, Società appartenente alla Federazione messicana dove la finestra di mercato estivo è attualmente aperta".

Infine serata importante, ieri, per Federico Chiesa che ha siglato il primo gol con l'under 21 nell'amichevole con la Slovenia e ricevuto il premio Nereo Rocco come giovane emergente ritirato dal padre Enrico che ha così commentato ai microfoni di Tuttomercatoweb: "Sono orgoglioso di ricevere il trofeo, speriamo che ci possano essercene altri per lui. Le pressioni? Lui deve pensare a far bene sul campo, il resto viene di conseguenza. Lui sa cosa deve fare, è un ragazzo positivo anche nei momenti in cui le cose vanno meno bene. Mi auguro che vada avanti e cresca: il giudice sarà come sempre il campo. Il mercato? Lui è molto tranquillo, pensa ad allenarsi e a migliorare. Ha l'approccio giusto per riuscire a diventare un grande giocatore. Si merita le attenzioni che ha, nel calcio non ti regalano mai niente e lui si sta dimostrando all'altezza delle aspettative".