La nuova dimensione di Cyril Thereau

Prelevato dall'Udinese, il francese ha voglia di ritagliarsi spazio nell'attacco viola. Trequartista o prima punta, nessuna differenza. Ha promesso tanti gol, per condurre la Fiorentina più in alto possibile.

La nuova dimensione di Cyril Thereau
La nuova dimensione di Cyril Thereau

Saponara o Thereau, chi schierare in campo nella linea dei tre trequartisti dietro al Cholito Simeone? Un dubbio che sta attanagliando in queste ore il nuovo allenatore della Fiorentina, Stefano Pioli. Un ballottaggio, che con ogni probabilità accompagnerà il tecnico viola per tutto il campionato. In vista della trasferta di Verona, appare in vantaggio l'ex Udinese, ammirato in forma smagliante nelle prime uscite stagionali: ha realizzato tre gol in altrettante apparizioni con la maglia bianconera, due in campionato ed una in Coppa Italia, e scalpita per cercare di ripagare la fiducia che la Fiorentina ha riposto in lui. L’ex Empoli invece non è ancora al 100% della condizione ma in quanto a voglia di riscatto non è secondo a nessuno.

Facile che dunque Pioli punti sul francese, facendolo partire titolare.  Per Thereau, si tratta del coronamento di un sogno, quello di giocare in una grande. A 34 anni, ma meglio tardi che mai. La Fiorentina resta tale, seppur abbia smantellato una buona fetta della squadra dello scorso anno. Duttilità, esperienza e gol al servizio della squadra. Quello che serviva ai viola, quello che serviva a Pioli. La sua mobilità, il suo saper giocare palla a terra e dialogare con i compagni, saranno armi importanti per la nuova Fiorentina. Buon fiuto per il gol, ha fatto una promessa in sede di presentazione, ovvero quella di raggiungere la doppia cifra nella casella dei gol realizzati. Trequartista, ma all'occorrenza anche prima punta. Utile in ogni contesto, il nativo di Privas è un'aggiunta d'esperienza in un reparto nuovo di zecca.

Dunque, Thereau dal 1' minuto e Saponara pronto a dargli il cambio nel secondo tempo. Questo a Verona, questo, presumibilmente, in tante altre occasioni. L'ex Empoli entrerà a gara in corso, poichè la sua condizione fisica non ottimale non gli permette di avere un alto rendimento per tutti i 90' minuti. La gara del Bentegodi si presenta insidiosa, seppur nell'Hellas non manchino problemi sia di natura tecnica che extra campo. Dalla settimana successiva però il dilemma sulla trequarti viola tornerà d’attualità e spetterà ancora una volta a Pioli scioglierlo. 

Un compito, per l'allenatore, parecchio arduo, che si complicherà ancor di più una volta che Eysseric recupererà dai guai fisici che lo costringeranno a dare forfait questa domenica. L'ex Nizza dovrebbe tornare a disposizione proprio per l’anticipo di sabato 16 contro il Bologna, ed andrà a rimpolpare la schiera di trequartisti, scalpitanti. Il 'problema' affollamento è di quelli graditi a Pioli, che avrà quindi più frecce nel proprio arco per preparare le prossime gare ufficiali della sua squadra.