Risultato Genoa - Parma Serie A 2015 (2-0)

Risultato Genoa - Parma Serie A 2015 (2-0)
Genoa
2 0
Parma
Genoa: (3-4-3): Lamanna; Roncaglia, Burdisso, De Maio; Tambè (dal 60' Kucka), Rincon, Bertolacci (dal 83' Mandragora, Bergdich; Iago Falque, Borriello (dal 14' Pavoletti), Perotti.
Parma: (3-5-2): Mirante; Santacroce (dal 51' Cassani), Lucarelli, Feddal; Gobbi, Lila (dal 80' Mauri), Lodi (dal 63' Jorquera), Nocerino, Varela; Ghezzal, Belfodil.
SCORE: 1-0, min 13, Iago Falque; 2-0, min 76, Pavoletti;
ARBITRO: Gavillucci ammonisce Lila (P), Roncaglia (G), Belfodil (P), Iago Falque (G), Bertolacci (G), Jorquera (P), Kucka (G), Lucarelli (P)
NOTE: Stadio Comunale Luigi Ferraris di Genova. Recupero della 25^ Giornata di Serie A. In campo Genoa e Parma

Per la diretta di Genoa - Parma è davvero tutto. Una buona serata da Andrea Bugno e da Vavel Italoa. Vi lasciamo alle dirette della Champions League:

PSG - BARCELLONA Clicca QUI
PORTO - BAYERN MONACO Clicca QUI

20.26 Sale quindi a quota 44 punti il Genoa, che supera meritatamente il Parma con le reti di Iago Falque e Pavoletti. I rossoblu hanno imposto il loro gioco nella prima frazione, raccogliendo davvero poco rispetto alle palle gol create. Nella ripresa il Parma è venuto fuori, ma nel momento di stallo della partita, Pavoletti ha messo in ghiaccio la sfida

20.23 Gavillucci fischia la fine del match! Il Genoa vince 2-0 contro il Parma!

92' Si difende bene il Genoa che sta per festeggiare una vittoria importante per sperare ancora nell'Europa

90' Sono 4 i minuti di recupero

88' Belfodil prova il cross al centro ma calcia troppo verso Lamanna che blocca la sfera

86' Ci prova Mauri, ma Lamanna è attento e devia la sfera in corner

84' Scintille in campo. Ammoniti Lucarelli e Kucka. Il centrocampista slovacco era diffidato e salterà la prossima partita

83' Esce Bertolacci in barella. Non ci voleva questo infortunio per il grifone. Entra il giovane Mandagora

81' Fallo di Jorquera su Bertolacci che resta a terra dolorante. Giallo per il centrocampista del Parma

78' Adesso il Genoa prova ad addormentare il gioco con un possesso palla molto ragionato

Perotti strepitoso, supera due uomini, pennella l'assist per l'inserimento di Pavoletti che tutto solo mette alla sinistra di Mirante che non può nulla. 

PAVOLETTIIIIIIIIIII!!!!! IL RADDOPPIO DEL GENOA!!!!! 2-0! MA CHE GIOCATORE PEROTTI! 

73' KUCKA COL SINISTRO IN CONTROPIEDE! ANCORA MIRANTE FANTASTICO! 

IAGO FALQUE! COL MANCINO, DI POCO A LATO! 

71' Nocerino atterra al limite dell'area Bertolacci: giallo anche per lui. 

70' Iago va via centralmente a Jorquera punta Feddal, scarica per Bergdich che però nel frattempo è finito in offside e l'azione sfuma. 

69' PEROTTI COL DESTRO, PALLA ALLE STELLE!

68' Perotti si libera centralmente, ma il suo stop è sbagliato e favorisce l'intervento di Lucarelli

65' SPUNTO DI VARELA SULLA DESTRA, VA VIA A KUCKA, CROSSA AL CENTRO, LAMANNA SPAZZA CON I PIEDI! 

64' Prova a sfondare Roncaglia centralmente, chiude Feddal. 

Secondo cambio nel Parma: esce uno spento Lodi, entra Jorquera

E' pronto Kucka nel Genoa, vedremo al posto di chi entra. Esce Tambè! 

59' ECCO IL PARMA PERICOLOSO! CROSS DI CASSANI, GHEZZAL STACCA DI TESTA SUL SECONDO PALO, PALLA ALTA! 

58' Fase di stallo del match. Il Genoa si rintana nella propria metà campo, il Parma non riesce ad essere pericoloso.

54' Ammonito Belfodil. Fallo sull'inserimento, sulla destra, di Tambè

53' Bellissimo tentativo di uno-due tra Perotti e Falque, il passaggio di ritorno però è chiuso perfettamente da Lucarelli in scivolata

4-3-3 per l'ex allenatore della Nazionale: Cassani, Lucarelli, Feddal, Gobbi in difesa, Lodi, Lila e Nocerino a centrocampo, Ghezzal e Varela larghi con Belfodil centrale. In fase di non-possesso diventa un 4-5-1 strettissimo. 

Cambio per Donadoni: esce Santacroce, dentro Cassani. Cambia modulo Donadoni, che potrebbe passare a 4 in difesa, con Cassani e Gobbi sui lati, Lucarelli e Feddal centrali. 

51' GHEZZAL! CI PROVA COL DESTRO DAL LIMITE! PALLA ALTA!

49' PEROTTIIII!!!! CHE GIOCATA! SI ACCENTRA E CALCIA DI DESTRO L'ARGENTINO, MIRANTE SI SUPERA DEVIANDO IN ANGOLO! 

47' Fallo di mano di Lila, che si era proposto in fase offensiva. Tempestiva la chiusura di De Maio per fermare l'avanzata dell'albanese. 

SI RIPARTE! GENOA CHE DA IL VIA AL SECONDO TEMPO, IN POSSESSO PALLA 

Tornano in campo le squadre. Non ci sono cambi: si riprende con i ventidue che hanno chiuso la prima frazione. 

5 i tiri in porta dei padroni di casa, tutti verso lo specchio della porta, contro il nulla più totale della squadra di Donadoni. 15 minuti di possesso palla contro i 10 dei ducali. Pomeriggio tranquillo per Lamanna tra i pali. 

Quasi mai serviti e poco pericolosi in avanti Belfodil e Ghezzal. Il centrocampo del Genoa per ora ha avuto il dominio del possesso palla e il controllo della partita è stato tutto di marca rossoblu. Più cattiva e volitiva la squadra di Gasperini, che grazie a questa vittoria si porterebbe a quota 44, a cinque punti da Sampdoria e Fiorentina. 

Prima frazione completamente dominata dai padroni di casa. Il Parma è entrato in campo svogliato e senza la carica agonistica vista contro Juventus ed Inter. Ha avuto strada spianata il Genoa di Gasperini, che ha sbloccato il punteggio con Iago Falque ed è andato più volte vicino al raddoppio. Non pervenuti gli ospiti dalle parti di Lamanna. 

47' FISCHIO FINALE! FINISCE 1-0 IL PRIMO TEMPO TRA GENOA E PARMA! 

45' Ammonito Roncaglia: fallo su Nocerino dopo che lo stesso centrocampista parmense gli aveva sfilato il pallone. Punizione dalla fascia sinistra dell'attacco ducale. 2 minuti di recupero

43' Parma messo un pò meglio in questi ultimi minuti, anche se è la pressione del Genoa ad essere calata rispetto a qualche minuto fa. I ducali provano ad uscire dalla propria metà campo, ma non sembrano entrati in partita con la giusta cattiveria agonistica

40' Fallo di Burdisso su Ghezzal, punizione dalla trequarti per i ducali: batterà Lodi. 

38' Perotti per Bergdich che entra in area, crossa, ma nessun compagno è pronto a battere a rete. 

35' Rincon s'incarta nel liberarsi della sfera, Belfodil gli sradica il pallone, ma per l'arbitro c'è fallo. Dubbio. 

33' Gol di Iago Falque, ma il gioco era fermo per un fallo in attacco di Pavoletti, che ha spinto Lucarelli. 

32' DE MAIO!!!! ANCORA VICINO AL RADDOPPIO IL GENOA! ANCORA PEROTTI STREPITOSO SULLA SINISTRA, CROSSA AL CENTRO PER L'INSERIMENTO DEL DIFENSORE FRANCESE CHE DI TESTA NON TROVA LA PORTA! 

31' PAVOLETTIIIIII!!! COSA S'E' MANGIATO PAVOLETTI! PERFETTO CONTROPIEDE: TRE TOCCHI, DA PEROTTI A IAGO, DA IAGO A PAVOLETTI CHE CON IL SINISTRO CALCIA A LATO! SPETTACOLARE! 

29' Spettacolare dribbling di Perotti che lascia Lila sul posto, ma il suo assist non trova pronto De Maio, in proiezione offensiva

27' Torna in avanti il Genoa. Tambè guadagna un angolo dalla destra: Bertolacci calcia in porta, Mirante smanaccia! 

24' Si vede il Parma! Ghezzal viene servito sulla destra, prova il cross, attento però Roncaglia in chiusura. 

22' ASSEDIO GENOA! Prima Iago Falque non trova la sfera da pochi passi; poi Perotti ci prova dalla sinistra, serve Bertolacci al centro dell'area; il passaggio è troppo lungo, libera Lucarelli, ma sui piedi di Rincon, che calcia da 35 metri: palla deviata, angolo! 

20' Fallo di Lila a centrocampo: si tratta del terzo personale, giallo per lui 

19' Ancora Genoa! Pavoletti apre per Perotti, uno due con Bertolacci al limite, ma il tocco di ritorno del centrocampista azzurro è troppo lungo e Mirante esce. 

17' DOMINA IL GENOA! Bertolacci viene atterrato da Nocerino, sugli sviluppi della punizione prima Pavoletti, poi De Maio non trovano l'impatto con la sfera 

Nell'azione del gol s'è infortunato Borriello. Sarà costretto ad uscire: al suo posto Pavoletti. 

Spettacolare Borriello che va via a tre uomini sulla destra, accentra l'attenzione della difesa e scarica, con un fantastico tocco uno-due destro-sinistro, l'inserimento di Iago che tutto solo, col mancino, porta in vantaggio il Genoa. 

13' IAGOOOOOOOOOO!!! IAGOOOOO FALQUEEEEEEEE!!! IL VANTAGGIO DEL GENO!!!!! 1-0 PER I ROSSOBLU! CHE AZIONE DI BORRIELLO! 

11' Buon intervento difensivo di Bergdich che trasforma l'azione da difensiva in offensiva rubando la sfera a Lila, ma il suo cross, dalla trequarti, è preda di Lucarelli che rinvia

9' Inserimento di Bertolacci in area gialloblu: il centrocampista tuttavia dopo una buona iniziativa non riesce a guadagnare il corner, poichè la sfera gli carambola sulla gamba dopo aver provato il cross

8' Contropiede Parma! Cross perfetto per Belfodil che viene anticipato in angolo

6' Spettacolare discesa sulla destra di Iago Falque, che con un tunnel si libera di Feddal, ma una volta entrato in area di rigore calcia alto! 

5' Perotti va via sulla sinistra, Lucarelli lo spinge sbilanciandolo, ma per l'arbitro Gavillucci non c'è fallo e si riprende con la rimessa dal fondo per Mirante. 

3' Grifone maggiormente aggressivo in questo inizio: la trama dei rossoblu viene interrotta da Lila, che commette fallo su Rincon

1' Genoa che manovra nella propria metà campo, Parma che attende lo sviluppo dell'azione. 

SI PARTE! FISCHIA GAVILLUCCI! INIZIA GENOA-PARMA! 

18.28 Squadre in campo tra il boato di Marassi, anche se la risposta del pubblico genoano (anche a causa dell'orario), non è stata delle migliori. 

18.20 Squadre rientrate negli spogliatoi. A breve l'ingresso in campo e gli ultimi rituali prima del match! 

18.15 Il riscaldamento del Genoa di Gasperini

18.10 Queste invece le parole di Francesco Lodi prima della sfida contro il Genoa, sempre a Sky Sport 24: "Ci sono tante motivazioni, cerchiamo di mettere in campo quel che ci chiede l'allenatore, mettendo in risalto le nostre qualità, nonostante le difficoltà. Oggi una rivincita mia con Gasperini e col Genoa? No, assolutamente. Anzi, ringrazio Preziosi, ho dei bei ricordi. Gasperini mi ha insegnato tanto, poi abbiamo fatto scelte diverse e ci siamo lasciati volentieri, senza polemica, ognuno per la propria strada. La gara di oggi? Vogliamo fare una buona partita, poi cercheremo di avere anche il piede caldo...".

18.05 Alessandro Lucarelli ha parlato ai microfoni di Sky Sport riguardo la situazione del Parma e degli stipendi: “Il fatto di non aver dato l’ufficialità quest’oggi è solo un aspetto formale. I giocatori hanno già dato il via libera ai curatori di non prendere più di quanto fissato. È solo un aspetto formale, ma non ci sono dubbi che arriveremo in fondo al campionato“. Ma come finirà questo campionato per i ducali? C’è solo una ricetta secondo il capitano: “Continuare a fare ottime prestazioni di partita in partita cercando di non fermarci in questo ottimo periodo che stiamo attraversando”.

Marassi un'ora fa, prima dell'ingresso in campo delle due squadre per il riscaldamento. 

18.00 A sorpresa, i due allenatori tengono fuori dall'undici di partenza i due marcatori della scorsa giornata di campionato: Niang da una parte, resta in panchina, Mauri dall'altra. Borriello e Lila i due sostituti chiamati a non far rimpiangere l'assenza dei compagni.

17.55 In grafica, i due undici che si affronteranno, a breve, sul terreno di gioco di Marassi. 

17.45 Sorpresa nel Genoa. C'è dal primo minuto Tambè, giovane difensore ex Paris Saint Germain. Ecco l'undici di Gasperini.

(3-4-3): Lamanna; Roncaglia, Burdisso, De Maio; Tambè, Rincon, Bertolacci, Bergdich; Iago Falque, Borriello, Perotti. 

17.40 Iniziamo questa diretta con la formazione ufficiale del Parma di Roberto Donadoni. 

(3-5-2): Mirante; Santacroce, Lucarelli, Feddal; Gobbi, Lila, Lodi, Nocerino, Varela; Ghezzal, Belfodil. 

17.30 Buona sera e benvenuti alla diretta scritta, live ed , di Genoa - Parma. In diretta dallo Stadio Comunale Luigi Ferraris di Genova, Andrea Bugno, vi guiderà verso l'inizio della partita, per poi raccontarvi le gesta dei protagonisti. Live il recupero della 25^ Giornata della Serie A su VAVEL ITALIA.

La due giorni di Champions League viene interrotta, momentaneamente, dal recupero di Serie A che vedrà di fronte, allo stadio Luigi Ferraris di Genova, i padroni di casa del Genoa, allenati da Gian Piero Gasperini, ed il Parma di Roberto Donadoni. La gara vedrà opposte due squadre reduci da due brillanti vittorie nella scorsa giornata di campionato: da una parte i rossoblu che hanno superato, in maniera brillante e convincente, il Cagliari di Zeman per 2-0, dall'altra i ducali che si sono tolti lo sfizio di battere i tri-campioni d'Italia della Juventus. 

Gara che sembrerebbe, così come lo potevano essere quelle contro Inter, Udinese e Juventus, senza storia. Una squadra che lotta per l'Europa contro una già, in pratica, retrocessa. Il Parma di oggi è una squadra che non molla davanti a niente. Tutte le statistiche, di tiri, passaggi, pericolosità e non solo, parlano di un netto predominio dei rossoblu sui ducali. Tuttavia, i numeri, non tengono e non possono tener conto dell'orgoglio. Ma c’è un valore “assoluto” che né le graduatorie, né la classifica reale possono considerare. I giocatori del Parma, e lo stesso Roberto Donadoni, hanno dimostrato sul campo che il campionato, grazie a loro, non è assolutamente falsato. Il Parma non ha nulla da perdere ma tutto da guadagnare. 

Tre punti per sperare ancora alla corsa all’Europa League. Gasperini ha un unico obiettivo dopo aver dichiarato a seguito della vittoria contro il Cagliari: "L’Europa? Dobbiamo essere realisti, adesso è un sogno…". In cuor suo spera ancora di potersi inserire nella lotta per il sesto posto, anche se la tonnara che c'è tra il quarto ed il nono posto è alquanto affollata: attualmente il Grifone è nono assieme all'Inter, ma con i tre punti scavalcherebbe persino il Torino settimo, portandosi a quattro distanze dalla Sampdoria sesta. 

Sulla via Emilia, invece, il Parma sembra aver avuto uno scatto d'orgoglio incredibile: 7 punti nelle ultime 3 gare, frutto delle vittorie ottenute contro Juventus (gol di Mauri), Udinese (gol di Varela) e il pareggio 1-1 contro l’Inter. Mister Donadoni ha dichiarato di vivere alla giornata e di non pensare (forse a giusta ragione) ad una salvezza sul campo che sembra molto difficile (13 i punti di distacco dall’Atalanta quartultima). Tuttavia, i suoi ragazzi stanno dimostrando di non avere timori reverenziali nei confronti di nessuno e di non voler regalare nulla fino all’ultima giornata di campionato: testa alta ed orgoglio il credo dei ducali in ognuna delle nove gare da qui al termine. 

Poco testo sembra fare la gara d'andata, per vari motivi. Il primo, perchè la sfida del Tardini fu decisa, dopo l'iniziale vantaggio degli ospiti con Perotti, pareggiato dai ducali con Coda, da Alessandro Matri al 93', passato successivamente a gennaio alla Juventus. Era il Parma di Cassano, era il Genoa di Matri e non solo. Due squadre profondamente rinnovate dal mercato di gennaio i liguri, e dal fallimento societario i ducali. La sfida di oggi significa ancora molto per entrambe, ma si partirà dallo 0-0 e la gara d'andata sarà soltanto un vago ricordo.  

Sembra del tutto recuperato Perin. Gasperini rispetto alla gara di sabato non dovrebbe operare una cospicua turnazione e manterrà, con ogni probabilità, la stessa squadra vista contro i sardi di Zeman. Roncaglia, Burdisso e De Maio in difesa, Edenilson, Rincon, Bertolacci e Marchese in mediana ed il classico tridente d'attacco con Iago, Niang e Perotti. Ancora panchina per Borriello

Mancherà Pedro Mendes (squalificato, ma anche affaticato) ed è in dubbio Costa che nei primi giorni della settimana ha svolto lavoro differenziato. Inevitabile un pò di turnover per Donadoni, che affronterà la quarta partita in dieci giorni. Santacroce il favorito per subentrare a Costa. Scontata la squalifica, torna capitan Lucarelli al centro della difesa, mentre a centrocampo confermatissimo il trio Mauri-Nocerino-Jorquera. Varela agirà sulla fascia sinistra, con Belfodil che sembra sicuro di un posto assieme a uno tra Ghezzal e Coda. 

Genoa (3-4-3): Perin; Roncaglia, Burdisso, De Maio; Edenilson, Rincon, Bertolacci, Marchese; Iago Falque, Niang, Perotti.

Parma (3-5-2): Mirante; Santacroce, Lucarelli, Feddal; Cassani, J. Mauri, Jorquera, Nocerino, Varela; Ghezzal, Belfodil.

In casa Genoa non ha parlato, alla vigilia, l'allenatore Gasperini, ma da Pegli sono arrivate le confortanti parole di Mattia Perin, tornato tra i convocati per la sfida contro il Parma: "I giocatori del Parma giocano bene , dopo averli visti vincere con la Juventus sappiamo che non sarà una partita semplice. La spalla? Sto recuperando bene, proseguo il lavoro graduale con i preparatori. Lamanna? Ci conosciamo da tanti anni, ci stimoliamo a vicenda e abbiamo da imparare l'uno dall'altro. Un modello? Buffon, da sempre. Cerco però di imparare un po da tutti i portieri. Rinnovo? L’amore per il Genoa l’ho già dimostrato e lui sa le mie volontà: qui farei anche il massaggiatore. Sono legatissimo al Genoa, sono andato via sei anni fa, sono tornato e ho ritrovato Spinelli e Scarpi. In questa stagione non ho mai pensato al futuro".

Roberto Donadoni non vuol sentir parlare di "favola Parma", ma di un lavoro svolto sempre a testa alta, da professionisti e persone che hanno gettato il cuore oltre l'ostacolo e le difficoltà. Alla vigilia del secondo ed ultimo recupero di campionato, previsto allo stadio Marassi di Genova, l'allenatore dei ducali fa il punto della situazione, ambientale, ma soprattutto di squadra: "Abbi amo un pò di problemi dal punto di vista fisico, bisogna valutare bene Costa, Lucarelli invece ha giocato con la Primavera. Tra oggi e domani farò queste considerazioni. Noi affrontiamo il campo giornata dopo giornata, sapendo che le difficoltà vanno affrontate, non siamo nelle condizioni di poter predire nulla. Giocare così tante partita ravvicinate non ci aiuta molto ma cercheremo di giocare sull'onda dell'entusiasmo ritrovato negli ultimi giorni. Tra oggi e domattina valuteremo le condizioni dei ragazzi che hanno avuto qualche problemino fisico. Mauri? Quella di sabato è stata sicuramente una delle sue migliori performance. Se tutto si riassumesse in un gol soltanto sarebbero piene le partite di giocatori che magari poi in concreto non sono di grande utilizzo o di aiuto alla squadra. Jose è un ragazzo giovane, deve ancora crescere".

Ventiquattresima sfida in Serie A tra Genoa e Parma: il pareggio è il risultato più frequente (uscito ben 9 volte), mentre sette sono le vittorie per parte che completano il quadro della situazione. Il Grifone ha perso solo uno degli ultimi 11 incroci di campionato contro il Parma, vincendo quattro volte. L’unico successo del Parma a Marassi risale al gennaio 1994: da allora sette gare con tre successi rossoblu e quattro pareggi. Genoa imbattuto da quattro giornate di campionato (due gare vinte, due pareggiate). Nove le vittorie del Genoa, nove i pareggi, una sola la vittoria del Parma, quando le squadre si affrontano a Marassi. La differenza reti sorride, ovviamente al Genoa: 27 gol dei rossoblu contro i 16 gol del Parma.

La direzione della gara è stata affidata a Claudio Gavillucci, della sezione di Latina. Gli assistenti saranno Mauro Tonolini della sezione di Milano e Mauro Vivenzi, della sezione di Brescia. Addizionali Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo e Luca Pairetto, di Nichelino.