Genoa, Gasperini in allarme: "A Palermo siamo 12 più il portiere"

In conferenza stampa pre-partita, il tecnico del Genoa Gasperini fa allarmismo in vista della trasferta di Palermo.

Genoa, Gasperini in allarme: "A Palermo siamo 12 più il portiere"
Genoa, Gasperini in allarme: "A Palermo siamo 12 più il portiere"

Fra i temi trattati nella conferenza stampa odierna prima della partita di Palermo c'è il mercato, che vive giorni caldi con la chiusura prevista tra 8 giorni. Il tecnico del Genoa, Gianpiero Gasperini, avrebbe bisogno di qualche rinforzo e si allarma per il match di domani. "A Palermo saremo in dodici più il portiere, saranno aggregati sei ragazzi della Primavera (Ghiglione, Ierardi, Panico, Parente, Delli Carri e Gulli). Ci sono stati degli ostacoli legati al cambiamento che c'è stato, il mercato aperto con due giornate da giocare non aiuta nessuno".

Tante le assenze dunque per un Genoa che però non perde le motivazioni: "Perotti e Munoz torneranno dopo la sosta, l'importante è recuperare i tre squalificati. Su Diego? Le voci han pesato molto sul ragazzo, più che su di noi. Dobbiamo aspettare la fine del mercato per capire il suo futuro anche se dieci giorni fa ero quasi convinto che firmasse. Kucka? Sta bene e prosegue con grande energia il girone di ritorno favoloso dell'anno scorso: spero che si risolva la situazione contrattuale. Ntcham? È un U19 giovane di una grande squadra, il Genoa ha sempre avuto giocatori di questo tipo da valorizzare. Tachtsidis sarà in panchina perché è reduce da un particolare infortunio con operazione. Il Palermo ha perso Dybala e Belotti, poi sono gli stessi nove undicesimi dello scorso anno".

In attesa del recupero di pezzi fondamentali, il tecnico rossoblù dovrà schierare una formazione forzata. In porta Lamanna, in difesa De Maio, Burdisso e Marchese, linea a 4 di centrocampo con Laxalt, Kucka, Tino Costa e Cissokho. In attacco dovrebbe esserci Pandev con Ntcham e Lazovic.