Il Genoa è sciupone, il Bologna cinico: 0-1

Si chiude con la vittoria esterna del Bologna al "Ferraris" il primo dei quattro anticipi di questa 16^ giornata. I felsinei ottengono così 3 punti preziosissimi in chiave salvezza, mentre per il Genoa si tratta della terza battuta d'arresto consecutiva, dopo quelle contro Carpi e Inter: ora la situazione si complica. Da segnalare le espulsioni di Perotti e Diawara.

Il Genoa è sciupone, il Bologna cinico: 0-1
Genoa
0 1
Bologna
Genoa : (4-3-3) Perin; Izzo, Burdisso, Ansaldi, De Maio; RIncon, Tino Costa (54' Perotti), Tachtsidis; Laxalt, Pandev (71' Capel), Gakpè (83' Ntcham) Panchina: Lamanna, Ujkani, Cissokho, Munoz, Ricozzi, Figueiras, Lazovic, Ghiglione, Panico Allenatore: Gasperini
Bologna : (4-3-3) Mirante; Rossettini, Oikonomou, Gastealdello (46' Ferrari), Morleo (70' Mbaye); Taider, Diawara, Brienza; Rizzo (31' Brighi), Destro, Mounier Panchina: Da Costa, Stojanovic, Crisetig, Donsah, Crimi, Pulgar, Acquafresca, Falco Allenatore: Donadoni
SCORE: 92' Rossettini
ARBITRO: Di Bello (ITA) Ammoniti: Gastaldello, Mounier Espulsi: Perotti, Diawara

La crisi del Genoa non si ferma. Gli uomini di Gasperini hanno creato moltissimo, ma, grazie anche ad un Mirante in forma smagliante, non sono riusciti a trovare la via del gol. E al 92' è arrivata la doccia gelata: dagli sviluppi di un corner, Rossettini, complice anche un errore di marcatura di Laxalt, salta più in alto di tutti e per Perin non c'è nulla da fare: 0-1. Il Bologna festeggia, il Genoa finisce nuovamente dietro la lavagna.

Il "Grifone", privo di bomber Pavoletti, scende in campo voglioso di fare il bottino pieno, e infatti per tutta la prima frazione di gara ingabbia il Bologna. Già al 10' Gakpè, ben servito da Laxalt, non inquadra la porta. Tuttavia, al 17' si inizia ad intravedere il Bologna, prima con Mounier, il cui tiro viene deviato in corner da Burdisso, e poi con Destro al 27'. L'ex Roma e Milan viene perfettamente imbeccato da Rizzo, il quale pochi minuti dopo sarà costretto a dare forfait e verrà sostituito da Brighi, ma Burdisso è ancora una volta decisivo. E tra il 32' e il 33' Pandev ha due occasioni d'oro, ma nella prima calcia malissimo da pochi passi, mentre nella seconda deve fare i conti con un Mirante in giornata di grazia, che gli nega la gioia della sua prima rete con la maglia del Genoa. L'ultima occasione pericolosa del primo tempo è ancora dei padroni di casa con De Maio, ma il suo colpo di testa è deviato da un volo del portiere del Bologna.

L'inizio della ripresa, dopo che Destro manda alle ortiche una bella palla gol, è targato Genoa: Mirante è ancora una volta provvidenziale su Burdisso, e poco dopo Morleo, al suo esordio in ccampionato, rischia l'autogol su un cross del neo entrato Perotti. Solo dopo 17 minuti Perin è chiamato in causa su un colpo di testa di Oikonomou. E all'80' succede uno degli episodi chiave del match: Perotti, dopo aver subito un fallo da Diawara, rifila una manata allo stesso centrocampista del Bologna. Di Bello non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso per l'argentino. E al 92' accade ciò che nessuno si aspetta: dagli sviluppi di un corner degli ospiti, Laxalt si fa superare da Rossettini che insacca di testa a pochi passi da Perin: 0-1 e per il Genoa non poteva esserci beffa più grande. Nell'occasione viene espulso anche Diawara, già ammonito, a causa di una esultanza giudicata antisportiva. Il Bologna sale a 19 punti, mentre il Genoa resta bloccato a 16.