Gasperini: "Dobbiamo frenare il nostro mal di trasferta. Voglio finire il campionato al massimo"

Giampiero Gasperini chiede alla sua squadra di non fermarsi in trasferta contro il Sassuolo dopo il successo contro il Frosinone.

Gasperini: "Dobbiamo frenare il nostro mal di trasferta. Voglio finire il campionato al massimo"
Gasperini, allenatore del Genoa. telegenova.net

Ansie e preoccupazioni sembrano essere state cancellate, il Genoa di fatto si è conquistato la salvezza grazie alla vittoria della scorsa settimana in casa contro il Frosinone. Adesso c'è bisogno di un segnale anche in trasferta, pure su un campo difficile come quello del Sassuolo.

Chiede proprio questo Gasperini in conferenza stampa: "Sicuramente una partita per cercare di mettere un freno a questo mal di trasferta. Dobbiamo cercare di fare risultato e dare continuità alle vittorie che abbiamo fatto in casa. Giochiamo contro una squadra che sta facendo bene ed è un modo per noi di misurarci. Sappiamo, però, che dobbiamo fare una partita al meglio della condizione. Credo che noi siamo stati poco prolifici in trasferta e se non segni non vinci. Gli 0-0 ora sono pochi e noi in trasferta non abbiamo avuto questa qualità. Indubbiamente andiamo per fare il meglio contro una squadra forte e che sta facendo bene. Vediamo anche noi di che livelli siamo." Per Gasperini non c'è pericolo di un rilassamento della squadra: "E' chiaro che questa è stata una settimana molto bella per tutti, ma ora ci avviciniamo all'incontro con il Sassuolo e dobbiamo avere le stesse situazioni. Tutti hanno voglia massima di finire questo campionato, ma io ora devo mandare in campo chi ha la migliore condizione psicofisica."

A proposito di condizione ci sono alcuni recuperi importanti in vista di domani, anche se non dal primo minuto: "Saranno convocati Ansaldi, Pavoletti e Cerci rispetto a domenica scorsa. Abbiamo il dubbio legato a Izzo però credo che la condizione di Cerci e Pavoletti non sia quella giusta ancora. Ansaldi potrebbe giocare, vedremo." Chi di sicuro sarà in campo è Suso, reduce da una fantastica tripletta: "E' un giocatore che finora ha segnato poco perchè forse giocava distante dalla porta. Ora i giocatori brevilinei e rapidi sono quelli che trovi nelle classifiche dei cannonieri. Noi lavoriamo un po' su tutti ed è chiaro che Matavz non può avere queste caratteristiche. Lui deve sfruttare il gioco aereo e giocare più vicino al portiere ma queste sono cose che cerchiamo di offrire e migliorare."