Crotone - Genoa, Juric sfida il passato

Il tecnico del Genoa ritrova la realtà della scorsa stagione. I rossoblù a caccia di un'affermazione esterna.

Crotone - Genoa, Juric sfida il passato
Crotone - Genoa, Juric sfida il passato

Un tuffo nel passato. Juric ri-abbraccia il suo Crotone. Per il neo-allenatore del Genoa uno sguardo alla recente cavalcata con la squadra ora nelle mani del preparato Nicola. Difficile approcciare con distacco l'incontro, inevitabile il peso del ricordo. Il Genoa, però, non intende fermarsi. Dopo l'ottimo abbrivio con il Cagliari - 3-1 a Marassi - Juric intende valutare la consistenza del gruppo anche senza l'ausilio del pubblico di casa. Di contro, il Crotone - K.O di misura con il Bologna - punta a smuovere la classifica, per scrollarsi di dosso le paure d'alta quota. Assimilare la dimensione della massima serie non è impresa da poco.

Le probabili formazioni 

3-4-3 per Nicola. Cordaz tra i pali, Ceccherini, Dos Santos e Ferrari a comporre la linea a tre di difesa. A destra - nei quattro di centrocampo - Rosi o Sampirisi - con Rohdén e Salzano nel mezzo e Martella sulla corsia mancina. Simy al centro dell'attacco, a supporto Tonev e Palladino. 

Juric opta per il 3-4-3. Assente Ninkovic, qualche ballottaggio in essere. Munoz e Gentiletti si giocano una maglia in difesa, Pandev e Ntcham davanti. A protezione di Lamanna, l'esperienza di Burdisso al centro, con Izzo sulla destra e, come detto, uno tra Munoz e Gentiletti a sinistra. Veloso ha le chiavi della squadra, al suo fianco Rincon - sondaggio del Milan la scorsa settimana, secco no del Genoa - con Laxalt e Lazovic ad imperversare sull'esterno. Pavoletti è il cardine del tridente offensivo, Ocampos parte dall'out di sinistra, sul fronte opposto Pandev in leggero vantaggio su Ntcham. 

La conferenza di Juric

Nicola "Nella nostra realtà, nessuno si può permettere di arrivare alla partita successiva o all'allenamento successivo senza la giusta dose di entusiasmo e carica. Questa è la nostra prima qualità come gruppo e come ambiente. C'è la voglia di tornare in campo, tanto ormai l'esordio è stato fatto, non bisogna neanche chiedersi se siamo all'altezza, lo siamo! Siamo in questa categoria e vogliamo essere all'altezza, ad oggi noi abbiamo battagiato contro chiunque, dimostrando le nostre qualità. C'è solo da affinare la nostra convinzione, e rimanere concentrati e attenti. Dobbiamo sapere che anche un punto è tanta roba in questa categoria".