Genoa e Pescara si dividono la posta, le voci a caldo

Juric e Oddo commentano il pareggio di Marassi.

Genoa e Pescara si dividono la posta, le voci a caldo
Un contrasto durante il match. | Calciomercato.com.

Un pareggio controverso, una gara lunga e combattuta, segnata dalle reti di Simeone e Manaj, due ragazzini dal gran futuro: a Marassi il Genoa, in doppia inferiorità numerica, strappa un pareggio al Pescara. Un caso strano, che conferma i difetti degli abruzzesi: belli, ma talvolta poco concreti (4 espulsioni per gli avversari, 2 punti in 2 partite, non un bottino esaltante). Oddo, allenatore dei biancazzurri, ai microfoni di Sky Sport, "cancella" immediatamente il contesto arbitrale e si sofferma sull'interpretazione dei suoi: "Sinceramente non ho badato a ciò che succedeva tra arbitro e calciatori, ma ai dettagli tecnici. E' stata una bella partita a scacchi: temevamo il loro gioco fisico e noi abbiamo cambiato qualcosina per arginarli. Ne è uscito un gran primo tempo a livello di contenimento, i miei ragazzi sono stati strepitosi. Però non si può subire gol un minuto dopo essere rientrati in campo, bisogna migliorare. E anche nelle ripartenze bisogna essere più cinici. Alla fine sarebbe stato un peccato perderla, perché abbiamo giocato una buona partita".

La risposta di Juric, a Premium, è pacata. Il tecnico preferisce non acuire la polemica: "E' inutile commentare l'arbitraggio, gli errori comunque ci stanno, li abbiamo fatti anche noi in campo ed è normale. Detto questo, se Pandev ha detto qualcosa di sbagliato all'arbitro è giusto che venga espulso. Il secondo fallo di Edenilson invece a mio avviso non era così rilevante". Elogi per Simeone, il figlio del Cholo: "In area è molto bravo, è veloce nell'esecuzione, era andato vicino al gol già contro al Napoli. Deve comunque migliorare tanto nella gestione della palla e in tanti altri aspetti".

Agli stessi microfoni, Burdisso, capitano genoano, si rammarica per la doppia espulsione e sposta lo sguardo sul prossimo impegno: "Peccato finire con così tanta sofferenza, non è l'immagine che vogliamo dare, ma abbiamo portato qualcosa a casa. Gli episodi potevano andare a nostro favore, ma pensiamo alla prossima gara. C'è rabbia, non volevamo finire in nove ma siamo felici per la prestazione".