Genoa, il tecnico Juric analizza la debacle del Sant'Elia

Il Genoa cade di schianto a Cagliari (1-4), dopo essere passato in vantaggio grazie al gol di Simeone, unico lampo nel pomeriggio buio dei genovesi.

Genoa, il tecnico Juric analizza la debacle del Sant'Elia
Genoa, la disfatta del Sant'Elia vista dai protagonisti

Crolla il Genoa al Sant'Elia. Dopo essere passato in vantaggio grazie alla solita marcatura del Cholito Simeone, il "Grifone" è totalmente evaporato dal terreno di gioco, cedendo di schianto al Cagliari che ha banchettato sulla difesa, a dir poco rivedibile, degli uomini di Juric. La doppietta di Borriello e le reti di Joao Pedro e Farias (su rigore) consegnano l'ottava vittoria in campionato ai sardi. 

Il tecnico genoano Ivan Juric si presenta in sala stampa scuro in volto, visibilmente deluso dalla prestazione offerta nel lunch match dai suoi ragazzi: "Spiace davvero tanto per questa sconfitta, eravamo in totale controllo del match dopo il gol dell'1-0 ed invece ci siamo fatti sorprendere, mostrando grande debolezza soprattutto nella seconda parte di match. Spesso abbiamo perso, ma giocando bene,  ma oggi non possiamo cercare scusanti, la nostra è stata una partita orrenda ed abbiamo perso meritatamente".

Sul capitolo mercato, il tecnico croato dice la sua: "Rispetto all'inizio del campionato sono cambiate molte cose, Rincon e Pavoletti, due pedine fondamentali, sono andate via ed i sostituiti non sono ancora in condizione per poter essere schierati. Cataldi ha fornito buone impressioni in settimana e l'ho lanciato dall'inizio, Taarabt invece è ancora lontano dalla miglior forma fisica e dunque non mi sono sentito di schierarlo".