Genoa: dopo il pari contro il Bologna, testa all'Empoli

I rossoblu, sotto la guida-Mandorlini, cercheranno di raggiungere al più presto la matematica salvezza, mettendosi alle spalle un periodo nerissimo.

Genoa: dopo il pari contro il Bologna, testa all'Empoli
Ntcham | Surce: genosamp.com

Il pareggio contro il Bologna, anche se valevole un punto, non ha ridato serenità all'ambiente del Genoa, con i tifosi rossoblu ancora in piena contestazione. L'allontanamento di Ivan Juric inoltre, indicato come unico colpevole del calo che ha coinvolto la rosa, non ha giovato ai rossoblu, guidati da un Mandorlini pronto a dire la sua nella massima lega calcistica italiana dopo la felice parentesi con l'Hellas Verona, conclusasi però nel peggiore dei modi.

Tra i segnali positivi dell'ultima sfida di serie A contro i felsinei, finita 1-1 grazie alle reti di Viviani e Ntcham, sicuramente c'è il ritorno al goal proprio del giovane francese, un vero e proprio bolide imparabile per Mirante. Su di lui, tante belle parole sono state spese dal patron Preziosi, che ha tessuto le lodi del giocatore addirittura da Hong Kong, raggiunta per motivi lavorativi: "Direi proprio che si è fatto perdonare - ha detto Preziosi - ora deve continuare a lavorare. Farà vedere tante belle cose".

Nella giornata di oggi, intanto, i rossoblu sono tornati ad allenarsi, preparandosi alla delicata gara contro l'Empoli, collettivo tatticamente ordinato ed obbligato a vincere per non veder ulteriormente complicato il proprio percorso verso la salvezza. Fulcro dell'allenamento di Mandorlini, Simeone e Pinilla, che potrebbero essere utilizzati in coppia dal 1'. Lo stesso cileno, tornato in auge dopo anni sottotono, ha suonato la carica, ricordando che il Genoa continuerà a lottare senza arrendersi mai.