Genoa: per la difesa si pensa a Bovo, sirena inglese per Laxalt

Diego Laxalt è voluto da mezz'Europa, con il Liverpool pronto alla controffensiva. In entrata, piace Cesare Bovo, anche se si fa largo la pista-Rojas.

Genoa: per la difesa si pensa a Bovo, sirena inglese per Laxalt
Source photo: toronews.it

Il Genoa continua a cercare un difensore, completando così un reparto rivoluzionato ma bisognoso di rinforzi dopo la rescissione di Burdisso e la situazione-Izzo ancora tutta da definire. Con un occhio sempre su Rossettini del Torino, i rossoblu avrebbero sondato la disponibilità di Cesare Bovo, esperto difensore centrale attualmente in forza al Pescara. Le due società starebbero parlando e le sensazioni sono positive. In caso di fumata bianca si tratterebbe dunque di un ritorno, con Bovo che ha vestito rossoblu nella stagione 2007/08 e dal 2011 al 2013. Più lontana invece, la pista che porterebbe ad Andrea Ranocchia, sempre più deciso a tornare in Premier League per risollevare le proprie sorti. 

Nelle ultime ore, inoltre, la dirigenza genoana avrebbe aggiunto un nuovo nome alla propria lista di difensori: è quello di Robert Rojas, ventunenne paraguayano attualmente in forza al Guarani. Molto forte fisicamente, Rojas si è messo in evidenza sia in campionato che in Copa Libertadores, quando ha dovuto abbandonare la competizione per mano dei quotatissimi argentini del River Plate. Il ragazzo sarebbe una scommessa a poco prezzo e, sotto l'occhio esperto di Juric potrebbe crescere notevolmente sotto il profilo difensivo.

Non si ferma poi l'interesse delle big d'Europa per Diego Laxalt, entrato già da tempo nell'orbita di Inter e Roma. Per il talentuoso esterno ex Bologna, secondo quanto riportato da Il Secolo XIX, si sarebbe mosso anche il Liverpool, che potrebbe a breve perdere Coutinho e che avrebbe pensato di sostituirlo proprio con Laxalt, nonostante le differenze tecniche. Per cautelarsi, comunque, il Genoa starebbe sondando la disponibilità di Lazaar, Biraghi e Strinic, ai margini del progetto-Napoli dopo l'arrivo di Mario Rui. Grandi manovre, che sottintendono una decisa voglia di cambiare, cancellando la negativa passata stagione per avviare un nuovo ciclo, rigorosamente assieme al calore del proprio pubblico e con una rosa all'altezza.