Genoa, Juric verso il Bologna: "Laxalt e Veloso in dubbio"

Il tecnico genoano presenta il match casalingo di Serie A contro i felsinei. In dubbio Laxalt e Veloso, con il portoghese che potrebbe giocare.

Genoa, Juric verso il Bologna: "Laxalt e Veloso in dubbio"
Foto Twitter Genoa

La sconfitta all'ultimo minuto contro l'Inter ha inevitabilmente lasciato delle scorie nello spogliatoio del Genoa, sia a livello mentale, sia a livello fisico con due acciaccati d'eccezione come Laxalt e Miguel Veloso. 

Proprio i due giocatori sono i quesiti d'apertura nella conferenza stampa di Juric, svoltasi al centro d'allenamento rossoblù: "Hanno fatto differenziato e vediamo se oggi sono migliorate le cose. Veloso ha avuto un affaticamento dovuto alle tre partite giocate a ritmi alti, invece Laxalt è stata una distorsione al ginocchio e forse prenderei meno rischi. Però se stanno bene, va bene". Il tecnico genoano, comprensibilmente rabbuiato dopo la sconfitta di San Siro, ha riacquistato ottimismo per la sua squadra: "Non cerchiamo scuse, se prendiamo un gol a due minuti dalla fine è solo colpa nostra. Quello che vedo dalla nostra squadra è uscire da questo momento.  con il Chievo ho visto cose positive, con l'Inter ho visto passi in avanti. Ora ci manca l risultato. Voglio che i ragazzi affrontino le partite con l'idea di fare il massimo e cercare di vincere"

Domani al Ferraris contro il Bologna, Juric vuole un ambiente pronto a sostenere la squadra, non esiste la protesta: "Io penso che nel momento in cui gira male bisogna essere uniti, sennò vai allo sfascio. Nei miei ragazzi vedo una volontà di uscire da questo momento, isolandoci da tutto. I tifosi ieri sono stati molto vicini ed è una cosa molto importante". La partita, tuttavia, non sarà facile perché il Bologna ha dimostrato di essere in forma, fermando l'Inter sul pari: "Il Bologna gioca il suo calcio, hanno una buona squadra ma questa volta sono concentrato su di noi. Non so se fanno il 3-5-2 o 4-3-3. Ci stiamo preparando per tutte e due le varianti. L'importante è essere organizzati, tosti e non concedere molto ai nostri avversari". In avanti, poi, l'ex tecnico del Crotone potrebbe dare ancora spazio a Galabinov, apparso in ombra nelle ultime uscite: "A volte i giocatori si dimenticano di dover dare il massimo. Lui è umano, magari è un po' giù però ha fatto una settimana importante. E' una opzione seria".