Verona-Genoa 0-1: le parole di Pecchia e Ballardini

I tecnici delle due squadre hanno commentato il Monday Night che allontana il Genoa dalla zona retrocessione e mette nei guai il Verona

Verona-Genoa 0-1: le parole di Pecchia e Ballardini
ballardini soddisfatto per la vittoria del suo genoa contro il verona

Sette punti in tre partite e un Genoa fuori dalla zona retrocessione. La cura Ballardini sta funzionando pienamente e lo dimostra il posticipo della 15^ giornata dove il suo Genoa batte il Verona al "Bentegodi" allontandosi dalla zona retrocessione e inguaiando la squadra di Pecchia. Decide il match il gol al 47' del primo tempo di Pandev che sfrutta il cross di Taarabt deviato da Bertolacci per battere di destro Nicolas.

Nel post gara hanno parlato ai microfoni di Sky Sport i tecnici delle due squadre Fabio Pecchia e Davide Ballardini che, con animi ovviamente opposti, hanno analizzato l'andamento del match.

Pecchia: "Non vedo un passo indietro, usciamo con zero punti, ma non meritavamo la sconfitta. Il Genoa non merita di stare in zona retrocessione, ha un organico importante. Noi dobbiamo continuare a lavorare, crederci sempre. Io sono soddisfatto della squadra, ma raccogliamo troppo poco rispetto a quanto produciamo". 

Una classifica che sembra divisa in tre parti come conferma il tecnico scaligero: "Per ora sembra così, il campionato è diviso in tre fasce e noi siamo nell'ultima. Ora dobbiamo cercare di recuperare le energie e fare punti". 

Pecchia parla poi di alcuni singoli a cominciare da Kean: "Ha solo 17 anni e ha grandi margini di miglioramento. E' arrivato all'ultimo giorno di mercato in condizione fisiche non ottimali. Ha forza e talento, può fare solo bene. Valoti? Ha 24 anni, può dimostrare il suo valore anche in Serie A. In alcune movenze ricorda Pastore, anche Zidane, ma anche lui ha ampi margini."

Ballardini: "Delle ultime gare questa è stata la gara dove abbiamo giocato meno bene, ma tutto sommato abbiamo avuto anche occasioni per segnare. Abbiamo meritato la vittoria. Ho portato le mie idee, il mio lavoro. I ragazzi mi stanno seguendo, sono contento di questo. Siamo stati capaci di concedere poco o nulla a un avversario in salute". Il tecnico dei rossoblù sprona Taarabt da cui pretende di più: "Deve comprendere di avere grandi qualità però alle volte perde dei palloni 'sanguinosi'. Sa che può e deve fare di più". [Fonte Tuttomercatoweb]