Mancini: "Ripartiamo dal gioco espresso a Roma, evitando tutti gli errori. Miglioreremo in fretta"

Mancini risponde dalla sala stampa di Appiano Gentile alle domande diei giornalisti nella consueta conferenza della Vigilia. Domani, a San Siro, i nerazzurri ospiteranno l'Udinese dell'ex Stramaccioni e cercheranno la prima vittoria in campionato della nuova era Mancini.

Alla vigilia del match contro l’Udinese in programma domenica sera alle 20:45, mister Mancini presiede la consueta conferenza stampa pre-gara dalla sala del centro sportivo Angelo Moratti.

Importantissimo il posticipo contro la squadra friulana. I nerazzurri avranno la possibilità di ottenere tre punti, il bottino pieno, dopo averne conquistato solo un nelle gare con Milan (1-1) e Roma (4-2) intervallate dalla vittoria contro il Dnipro in Europa League. Quello che il popolo interista si aspetta è finalmente l’affermazione in campo dopo aver dato comunque prova di un ritrovato carattere e agonismo. Dettaglio in più, San Siro accoglierà Stramaccioni, alla guida dell’Udinese da ex in cerca di un riscatto dopo le scarse soddisfazioni raccolte nelle ultime uscite.

Ecco dunque che il mister jesino risponde senza remore e con la consueta eleganza alle domande dei giornalisti presenti ad Appiano Gentile.

LA PARTITA “Quello contro l’Udinese sarà un bel match, dobbiamo ripartire dalle cose positive che abbiamo fatto a Roma, evitando però tutti gli errori commessi. Ripartiamo dal gioco che non è stato male dopo due settimane. Conta vincere sempre, senza commettere degli errori stupidi non avremmo perso a Roma. La squadra sta acquisendo autostima, per me è molto importante. Avremmo fatto un altro tipo di partita, cercando di vincere dopo il 2-2. A livello di gioco non c'è stata grande differenza.”

SQUADRA “Manca ancora qualcosa, dobbiamo dare copertura alla difesa. Come centrocampisti esterni si sono alternati giocatori doversi, sono soddisfatto, hanno fatto molto bene. Sono utili, tutti devono saper giocare in ruoli diversi. L'atteggiamento è fondamentale, logico che Guarin non è un esterno puro, ma può giocare in quel ruolo. Dobbiamo lavorare molto, solo così miglioreremo. In difesa è stato fatto ancora poco ma ripeto, nonostante gli errori di Roma, siamo sulla buona strada. Ci vuole del tempo. I ragazzi si stanno impegnando al massimo, non mi era mai capitato nelle altre squadre. Cresceranno tantissimo. Le prossime tre partite saranno importantissime. Se riuscissimo a prendere punti e ad accorciare il gap sulle terze avremmo delle buone prospettive.”

ICARDI “Icardi ha giocato la prima e la seconda partita, mentre per la terza, che arrivava dopo solo tre giorni, ho preferito mettere Osvaldo che era più fresco. Io ho fiducia in entrambi, Mauro deve migliorare, ma lo farà".

SILVINHO VICE ALLENATORE “L'ho avuto come giocatore a Manchester, un ragazzo straordinario che ha vinto tutto. Sarà un tecnico che potrà aiutare molto i ragazzi. Può correre di più di me, è più giovane e parla molte lingue.”

M’VILA “M'Vila non ripeterà più scene di questo tipo, è stata l'ultima volta. Il mercato? Vedremo nelle prossime partite, ora pensiamo a giocare.”

CONTRATTO “Non dipenderà solo da me, il mio obiettivo è quello di tornare a vincere velocemente. Io ho un contratto di due anni e mezzo, il problema non si pone.”

STRAMACCIONI “Non l'ho seguito molto, ma arrivare dopo tanti successi non è molto facile. Quando si è giovani si possono commettere degli errori, ma con l'esperienza potrà migliorare sempre di più. E' già molto bravo.”

THOHIR “Ho parlato con lui due volte, se non avesse avuto fiducia non sarebbe venuto a cercarmi. Le sue parole sono giuste, dobbiamo portare i risultati, conta questo ora.”

TIFOSI “Sono stati abituati bene, dipenderà da noi e dalla squadra. Se il pubblico vede che lottiamo su ogni pallone tornerà a tifare come sempre hanno fatto.”