Mercato Inter, tra sogni e realtà un ritrovato appeal

Con il calciomercato tornano vecchi nomi e spuntano nuove suggestioni. Un dato su tutti: il FFP impone spese intelligenti, acquisti mirati per un organico da rinfrescare e rinforzare in un paio di ruoli. Riuscirà l'Inter di Mancini a spiccare il volo nel 2015?

A 90 minuti dalla pausa natalizia impazza il calciomercato, con l'Inter di Thohir tra le sicure protagoniste di questa sessione invernale. Tra necessità e ristrettezze economiche, il direttore sportivo Piero Ausilio pare abbia già intavolato alcune trattative intelligenti e "low cost". Il nome di Lucas Leiva del Liverpool occupa le pagine dei quotidiani sportivi in queste ultime ore e acquista sempre più forza. 

Per chi entra dev'esserci chi esce. Nella rosa interista Fredy Guarin è in bilico, Medel e Kuzmanovic non convincono e M'Vila resta un oggetto misterioso. La sensazione è che a centrocampo arriverà un "regista" che sappia abbinare qualità e quantità. Il rientro di Hernanes dovrebbe poi alzare la qualità nel mezzo, con una squadra più lineare e creativa pronta a disegnare nuove trame sul prato verde di San Siro.

L'attacco resta uno dei dilemmi della stagione nerazzurra. Il digiuno prolungato di Rodrigo Palacio spaventa, Icardi e Osvaldo stanno segnando con regolarità ma sembrano a volte staccati dal resto della squadra. Ecco l'idea Alessio Cerci allora, capace di sfornare assist e soprattutto ribaltare l'azione creando superiorità numerica come pochi. Le sue scorribande sulla fascia destra fanno sognare il popolo interista, desideroso di vedere finalmente gol e combinazioni più offensive rispetto al recente passato. L'ex granata più di Lavezzi. Il prestito oneroso l'unica possibile via per l'operazione.

Chiusura su Nastasic, difensore 23enne di proprietà del Manchester City, pupillo di Mancini già ai tempi dell'esperienza inglese. L'affare sembra possibile, anche grazie a un ritrovato appeal interista coinciso con il ritorno del Mancio in panchina. Nonostante il FFP l'Inter ritrova il suo fascino e si affaccia sul mercato internazionale. Due colpi possono bastare, al resto devono pensarci squadra e tifosi.